Pulire correttamente il bagno è fondamentale per vivere in un ambiente non solo igienico ma anche accogliente e confortevole. Entrare in un luogo sporco, dove regnano il disordine e il cattivo odore, soprattutto la mattina presto, appena svegli, non è un buon modo di iniziare la giornata.

Ecco allora i passi fondamentali per pulire correttamente il bagno.

  • Eliminare dal bagno tutti gli oggetti che non dovrebbero esserci, come gli indumenti, i giornali o la spazzatura. È bene anche spostare all’esterno tutto quello che può essere spostato in modo da avere la superficie del pavimento il più libera possibile.
  • Aprire la finestra o accendere l’aeratore.
  • Versare un prodotto apposito o della candeggina nel water e inserire all’interno lo spazzolino del gabinetto per igienizzarlo.
  • Iniziare la pulizia procedendo dall’alto verso il basso: eliminare le eventuali ragnatele e la polvere. Per pulire a terra l’ideale è un panno in microfibra.
  • Le parti particolarmente sporche vanno pulite con un detergente in polvere. Se la vasca da bagno, il lavandino o le aree intorno ai rubinetti hanno calcare o accumuli di sporco, è necessario inumidirli leggermente e spargere un prodotto granuloso, da lasciare in posa almeno dieci minuti.
  • Pulire bene non solo le pareti ma anche eventuali finestre e il soffitto. In caso di muffa, si deve spruzzare una soluzione a base di candeggina o disinfettante e lasciarla agire per un paio di minuti. Con una spugna pulita, strofinare le superfici sulle quali è stato applicato il prodotto. Risciacquare con cura per evitare macchie e asciugare con uno straccio pulito.
  • Per pulire la doccia va spruzzato un detergente sulle pareti del box e sul rubinetto.
  • In caso di macchie verdi o marroni nella doccia, è meglio usare un detergente pensato per eliminare calcio, calcare e ruggine. Mai utilizzare spugne (paglietta in lana d’acciaio compresa) o prodotti abrasivi sulle superfici di porcellana, perché rovinerebbero la finitura.
  • Lasciare in ammollo con un anti-calcare la cipolla della doccia.
  • Le tende della doccia in cui è comparsa della muffa vanno pulite con un composto formato da 2/3 di acqua e 1/3 di candeggina, utile per eliminare le macchie di muffa. Un’alternativa è toglierle e lavarle in acqua calda con qualche goccia di detersivo e candeggina.
  • Pulire il lavandino e la zona circostante: elimina i residui di sapone e dentifricio e risciacquare accuratamente. Un vecchio spazzolino o un cotton fioc può tornare utile per eliminare lo sporco che si è formato intorno al rubinetto.
  • Utilizzare un lavavetri per lo specchio. Per renderlo più brillante, è sufficiente aggiungere qualche goccia d’aceto all’acqua.
  • Pulire la parte esterna del water con un panno impregnato di disinfettante.
  • Quindi spazzare e passare il mocio sul pavimento, iniziando dal punto più lontano dalla porta. Non dimenticare di pulire i battiscopa, dove solitamente si accumula un sacco di polvere.
  • guanti di gomma sono fondamentali per evitare che le mani si secchino a causa dell’utilizzo di prodotti aggressivi.