Convivenza: tomba del matrimonio?

Convivenza prima del matrimonio
Una giovane coppia che ha scelto la convivenza prima del matrimonio

Coppia: matrimonio o convivenza? Questo è il dilemma che molte persone si trovano ad affrontare quando immaginano la vita accanto alla propria metà. Sembrerebbe eccessivo, ma pare che per molti la convivenza prima del matrimonio aumenti la possibilità di un futuro divorzio tra i coniugi.

Un sondaggio nazionale sullo sviluppo delle famiglie negli Stati Uniti ha raccolto dati sul primo matrimonio di uomini e donne compresi tra i 15 e i 44 anni: a partire dai dati rilevati, gli studi condotti hanno definito una relazione tra convivenza e divorzio, per capire esattamente quanto la vita di coppia prima del matrimonio possa provocare una rottura dopo il fatidico “sì”.

In sostanza, dal sondaggio è emerso che un futuro divorzio dipende dall’ottica in cui si intraprende la nuova convivenza: le persone che hanno deciso di passare il resto della vita con il proprio compagno non rischiano rotture inattese.

Per coloro che vivono la convivenza come una prova generale delle nozze, e che quindi non sono sicure di indossare il velo bianco, il rischio di un divorzio dopo il matrimonio aumenta. Basta considerare che solo il 40% delle convivenze termina poi con un matrimonio, secondo quando riportato dalle ricerche dell’Università dell’Ohio, con una percentuale del 47% di fallimento della vita coniugale.

Un’importante riflessione riguarda il momento giusto per cominciare una convivenza: i giovani di oggi cominciano a immaginare la propria vita di coppia da conviventi alla stessa età in cui i giovani di ieri preparavano il loro banchetto nuziale. Il matrimonio è stato “soppiantato” dalla convivenza, che da modo alla coppia di conoscersi in modo più approfondito, venendo a conoscenza sia dei pregi che dei difetti del partner.

Trattandosi però di una scelta ponderata e definitiva, e non temporanea al solo scopo “conoscitivo”, il rischio di divorziare dopo i primi anni di matrimonio è pari al 40% sia per i conviventi che per chi ha scelto di rimanere a casa dei propri genitori fino al giorno delle nozze. Insomma, non è sempre vero che la convivenza è la tomba del matrimonio: come al solito, la separazione dipende dalla convinzione dei coniugi prima di compiere il grande passo che cambia la vita a tutti.

Fonte: YourTango

Se vuoi aggiornamenti su Convivenza: tomba del matrimonio? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Tag: convivenza, coppia, divorzio, matrimonio
Oroscopo
  • Oroscopo Ariete
  • Oroscopo Toro
  • Oroscopo Gemelli
  • Oroscopo Cancro
  • Oroscopo Leone
  • Oroscopo Vergine
  • Oroscopo Bilancia
  • Oroscopo Scorpione
  • Oroscopo Sagittario
  • Oroscopo Capricorno
  • Oroscopo Acquario
  • Oroscopo Pesci