Il 25 dicembre, finito il classico pranzo con parenti e amici, potrebbe presentarsi la necessità di capire cosa fare a Natale con i bambini. I piccoli, infatti, potrebbero annoiarsi non poco mentre gli adulti si fermano a tavola per lunghe ore, anche a fine pasto, tra un amaro e una grappa, oppure giocando a carte.

I bambini sotto le feste spesso si trovano schiacciati tra le attività e le tradizioni dei “grandi” che non li coinvolgono e che non solo li annoiano, ma li rendono irrequieti e ingestibili.

Ecco, allora, qualche consiglio e proposta su cosa fare a Natale con i bambini.

Cosa fare a Natale con i bambini in casa

La prima attività dei bambini durante il Natale è giocare con i regali che hanno appena scartato. Per organizzare qualcosa in questo senso nel giorno di Natale serve un po’ di “premeditazione”: bisogna, cioè, far trovare sotto l’albero non sono dei regali utili o dei regali desiderati dai piccoli, ma anche qualcosa con cui ipoteticamente potranno passare la giornata di Natale. Se, infatti, sapete che i bimbi presenti a Natale sono pochi, o c’è solo un figlio unico, potete pensare a un puzzle, a una bambola con accessori per farla mangiare e dormire, a una pista di macchinine. Se i bambini sono tanti, perfetti i giochi di società o quelli di carte, da scoprire e fare tutti insieme.

La tombola è un classico passatempo natalizio molto amato dai bambini: sono proprio gli adulti, a volte, a non voler partecipare e ad annoiarsi, ma i “grandi” devono ricordare che il Natale è la festa dei bambini per eccellenza e devono pensare al loro divertimento. Si può anche organizzare una tombola con piccoli regali o sorprese, i piccoli ne saranno entusiasti.

Se i bambini sono molto piccoli, e per loro non è facile autogestirsi in una stanza e giocare da soli, gli adulti a turno – tra genitori, fratelli maggiori, nonni, zii o amici di famiglia – possono giocare con i bimbi o comunque supervisionare che tutto vada per il meglio. Darsi il cambio consentirà a tutti di godersi i vari momenti della festa. Un’idea può essere quella di allestire un angolo della casa tutto dedicato a loro, con tappeti e giochi, oppure con un tavolo pieno di pastelli e fogli per disegnare o cartoncini, forbici con punta arrotondata e colla per divertirsi con simpatici lavoretti.

Cosa fare a Natale con i bambini fuori casa

Dopo il pranzo, uscire di casa sarebbe la cosa migliore per fare qualcosa di bello con i bambini, specialmente se il clima è mite e non piove o nevica. Inoltre, gli adulti con una passeggiata fuori casa potranno smettere di mangiare dolci e dolcetti e smaltire un po’ delle calorie accumulate.

Ormai in quasi tutte le principali città italiane, in inverno, viene montata una pista di pattinaggio sul ghiaccio: non sarà il Rockfeller Center di New York, ma atmosfera e divertimento sono garantiti, per grandi e per piccini.

Il cinema è un tipico passatempo natalizio, i distributori lo sanno e infatti le sale sotto le feste si riempiono – oltre che di cinepanettoni per adulti – di pellicole dedicate ai bambini. Da “Belle e Sebastien – L’avventura continua” a “Il Piccolo Principe”, da “Star Wars – Il risveglio della forza” a “Masha e Orso: Amici per sempre”, ce n’è davvero per tutte le età e per tutti i gusti.

Parchi, musei, luoghi dedicati a cultura, musica e divertimento per i bambini sono spesso aperti sotto Natale. A Milano ritorna “Il Villaggio delle Meraviglie”, un appuntamento magico per grandi e piccini, nel cuore della città, presso i Giardini Indro Montanelli di Porta Venezia. A Torino si può visitare, a Palazzo Chiablese, la mostra del Natale torinese, “Matisse e gli artisti del suo tempo”. Al Museo civico di Zoologia di Roma (via Aldrovandi 18), tra oceani, vulcani, dinosauri, savane, provette e reperti sotto formalina, le vacanze di Natale diventano un viaggio nel passato e nel presente della Terra.