Cosa fare a Roma nel weekend del 9-11 febbraio? Ancora mostre, inaugurazioni e vernissage, spettacoli teatrali e concerti tra cui poter scegliere. Si prospetta un fine settimana particolarmente ricco, soprattutto per gli amanti dell’arte figurativa e delle fotografie, che non scontenterà neanche appassionati di jazz e di cinema. Di seguito, la consueta selezione della redazione degli eventi da segnare in agenda.

Magnum Manifesto al Museo dell’Ara Pacis

Prima tappa europea e unica italiana, per la mostra Magnum Manifesto, al Museo dell’Ara Pacis fino al 3 giugno. L’esposizione itinerante vuole celebrare il settantesimo anniversario della Magnum Photos, la più grande agenzia fotogiornalistica del mondo, creata da Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, George Rodger e David Seymour nell’aprile del 1947. Riferimento nel tempo sempre più importante per la documentazione e per il fotogiornalismo, grazie ai suoi autori che hanno documentato guerre, testimoniato le tensioni sociali, interpretato il nostro tempo, ritratto tanto le persone comuni quanto i grandi della terra, preconizzato i nuovi drammi del futuro.

Lungotevere in Augusta. Dalle 9.30 alle 19.30. Biglietti da 9 a 11 euro.

© Marc Riboud/Magnum Photos/Contrasto

Omaggio a Stanley Kubrick al Teatro Palladium

Venerdì il Teatro Palladium ospita lo spettacolo teatrale Labirinto K./Viaggio nella testa di Stanley Kubrick, con la voce/corpo narrante e la regia di Guido Barlozzetti, il progetto visivo di Massimo Achilli e le musiche di Enzo Pietropaoli. Ispirato al libro di Guido Barlozzetti su Stanley Kubrick, che assume gli scacchi come una chiave d’accesso al suo cinema cercando di ritrovarne le ossessioni più profonde, evoca i tormenti di un cammino cinematografico che comincia nel 1953 con Paura e desiderio e si conclude nel 1999 con Eyes Wide Shut.

Piazza Bartolomeo Romano, 8. Ore 21. Biglietti da 5 a 15 euro.

Photo by Massimo Achilli/courtesy: press office

Mirabilia e Naturalia al New Curiosity Shop

Inaugurato da pochi giorni, il New Curiosity Shop è  la versione odierna dell’Old Curiosity Shop aperto nel 1905 dal fondatore della maison Sotirio Bulgari, uno spazio che racconta la creatività del marchio attraverso l’esposizione oggetti di natura straordinaria, di collezioni uniche di gioielli e accessori Bulgari. Il negozio prendeva il nome da un romanzo omonimo di Charles Dickens allo scopo di attirare i clienti anglofoni. Oggi è una sorta di stanza delle meraviglie dove si trovano esposti oggetti legati alla scienza e alla natura: cannocchiali, binocoli, mappe, creazioni di Fornasetti e gioielli Bulgari (in vendita).

Via Condotti, 11a. Dalle 9 alle 19.30.

Dave Douglas all’Auditorium Parco della Musica

Alla Sala Petrassi, venerdì, è la volta del Dave Douglas Quintet: il celebre trombettista, che da anni ha abituato il pubblico a continue sorprese, tra jazz dentro e fuori dai canoni classici, klezmer, elettronica, è accompagnato da Jon Irabagon, al sax, Matt Mitchell, al piano e alle tastiere, Linda Oh, al basso, e Rudy Roystone, alla batteria. Con il suo quintetto, ha esordito su disco nel 2012 (Be Still) e da allora ha lasciato altre due prove (Time Travel, 2013, e Brazen Heart, 2015).

Via Pietro de Coubertin, 30. Ore 21. Biglietto 20 euro.

courtesy: press office

Amedeo Brogli a Palazzo Colonna

Un fine settimana all’insegna dell’arte, alla ricerca del bello, dello stile e dell’eleganza al servizio dell’intero pubblico romano ed estero alla Coffee House di Palazzo Colonna. Si intitola Vedute romane e figure la mostra di dipinti di Amedeo Brogli in cui viene raccontata la Città Eterna, attraverso sfaccettature diverse che però si ricompongono come in un puzzle. Sabato, lo stilista marchigiano Vittorio Camaiani, propone una sfilata di alta moda dal titolo Vittorio Camaiani inside, omaggio a Marina Ripa di Meana, mentre domenica lo stilista si trattiene in Coffee House per il suo Atelier per un giorno, allestito all’interno della mostra.

Piazza SS.Apostoli, 67. Dalle 11 alle 19. Ingresso libero.

courtesy: press office

Le dive dello swing al Teatro della Cometa

Ladyvette (al secolo Teresa Federico, Valentina Ruggeri e Francesca Nerozzi) sono in scena al Teatro della Cometa fino al 18 febbraio con Le dive dello swing, uno spettacolo a tratti drammatico, ironico, malinconico e comico. Ogni sera salgono sul palco guest star diverse, a esibirsi con le protagoniste. La supervisione artistica è di Lillo Petrolo, le musiche e la direzione musicale di Roberto Gori, per la regia di Massimiliano Vado.

Via del Teatro Marcello, 4. Venerdì ore 21. Sabato alle 17 e alle 21. Domenica alle 17. Biglietti da 18 a 25 euro.

courtesy: ufficio stampa, foto: Fabrizio Cestari

Uno sguardo raro alla Casa del Cinema

Sabato e domenica, alla Casa del Cinema c’è la terza edizione di Uno sguardo raro, il primo festival di cinema dedicato alle malattie rare descritto da varie angolazioni in cortometraggi, cortometraggi Under 30, documentari, spot e cortissimi, realizzati con smartphone e tablet. Quasi mille i film – 18 quelli selezionati per la fase finale – tra corti e documentari ricevuti, di cui 158 dall’Iran, 140 dall’Italia, 97 dall’India, 52 dalla Turchia, 48 dalla Spagna e 43 dagli Stati Uniti. Tra i selezionati dalla Giuria di Qualità – presieduta dalla regista Cinzia TH Torrini – oltre a film italiani, opere da Indonesia, Spagna, Stati Uniti, Sud America e Nord Africa.

Largo Marcello Mastroianni, 1. Ingresso libero fino esaurimento posti.