Quando vogliamo perdere qualche fastidioso chilo di troppo che si è accumulato nella zona addominale, la prima cosa da fare è sapere cosa mangiare per dimagrire la pancia. La cura dell’alimentazione, infatti, è fondamentale e si basa soprattutto sulla scelta di cibi sani, che non provochino gonfiore e che non consentano un eccessivo accumulo di grassi nelle zone del corpo in cui ciò avviene più facilmente (la pancia è una di queste).

Consumare alimenti sani è quindi il primo step che dobbiamo compiere per far dimagrire la pancia. E se ad un regime dietetico equilibrato affianchiamo anche costante attività fisica, mettiamo a segno il secondo passo decisivo, che ci consentirà in maniera assai più facile di avere un ventre possibilmente piatto e di mantenerci in salute.

Sapere cosa mangiare per dimagrire la pancia è sì importante per apparire più forma ma è anche, e soprattutto, fondamentale per prenderci cura del nostro benessere e della nostra salute.

Cosa mangiare per dimagrire la pancia

Se è vero che molto spesso il gonfiore addominale che ci perseguita non è frutto di chili in eccesso di cui dobbiamo sbarazzarci ma soltanto di gonfiore appunto (ritenzione idrica, ad esempio), è anche vero che la pancia è una di quelle zone in cui tendono ad accumularsi le riserve di grasso. Ragion per cui dobbiamo prenderci molta cura di essa, puntando prima di tutto al tipo di alimentazione che seguiamo e alla qualità e quantità di cibi che consumiamo.

Se abbiamo accumulato qualche chilo sulla pancia, possiamo iniziare a favorire il consumo di alcuni alimenti che ci aiuteranno senz’altro a sbarazzarci del peso in eccesso e del grasso addominale che non è affatto un amico della nostra salute.

Ma cosa mangiare per dimagrire la pancia? I cibi che dobbiamo privilegiare sono senz’altro quelli poveri di grassi e di zuccheri, ricchi di fibre e di sali minerali, i cibi che saziano ma che non fanno accumulare peso in eccesso, i cibi che non vengono classificati come junk food (il cosiddetto cibo spazzatura tipico dei fast food, per intenderci).

I cibi che rispettano tali qualità sono, tra gli altri: pesce e carni magri (favoriamo soprattutto il pesce azzurro ed un occasionale consumo di carne bianca), frutta e verdure fresche di stagione, cereali integrali, formaggi freschi magri (evitiamo quelli stagionati o consumiamoli di rado). Se vogliamo cedere alla tentazione di mangiare qualcosa di dolce, preferiamo biscotti secchi o comunque dolci non troppo zuccherosi, elaborati e ricchi di creme.

Da controllare anche il consumo della pasta: evitiamo prima di tutto condimenti troppo grassi (favoriamo l’olio di oliva, il basilico e il pomodoro fresco ad esempio, mentre è meglio mettere al bando il burro) e cerchiamo di mangiare pasta a pranzo e non a cena. Un’ottima alternativa alla pasta resta senz’altro il riso (che andrebbe condito sempre con olio di oliva e mai con il burro), alimento in grado di saziare ma di non far ingrassare.