Antipasti, primi piatti e secondi gustosi: la cucina italiana offre una possibilità davvero ampia al riguardo. L’estate porta però comprensibilmente a ricercare pietanze la cui preparazione non richieda troppo tempo, magari da cucinare insieme agli amici al ritorno dalla spiaggia. Ecco allora alcune ricette facili per le serate estive.

Galleria di immagini: La cucina italiana

Antipasti e primi piatti della cucina italiana: la scelta delle ricette è ampia. Le piadine con gorgonzola e prosciutto sono antipasti in grado di sostituire potenzialmente il resto delle portate, a seconda dell’appetito. Per prepararle servono 350 grammi di farina 00, 20 grammi di lievito di birra, 40 grammi di strutto o burro, 200 grammi di gorgonzola dolce, 6 fette di prosciutto cotto, un mazzo di basilico.

Occorre anzitutto disporre la farina a fontana, versandovi al centro sale, lievito e strutto; questi ingredienti vanno incorporati e lavorati per circa quindici minuti, con l’aggiunta di acqua calda in dose sufficiente a creare una media consistenza all’impasto, che poi va fatto lievitare in luogo tiepido per trenta minuti. La pasta va quindi stesa in una sfoglia sottile in modo da ricavarne tanti dischi del diametro di venti centimetri circa. I dischi vanno fatti cuocere in una padella antiaderente preriscaldata, solo pochi minuti. Una volta ottenute le piadine, le si guarnisce a piacere con l’ottimo gorgonzola e il prosciutto.

Altro antipasto sfizioso: il liptauer guarnito, specialità triestina. Si tratta di una gustosa crema di formaggio da spalmare sul pane, preferibilmente di segale. Ingredienti: 200 grammi di ricotta, 100 grammi di burro, 1/2 cucchiaio di paprica dolce, una cipolla, semi di cumino, erba cipollina, un peperone verde, pane fresco e sale.

Occorre montare la ricotta con il burro, condire la crema ottenuta con la paprica, la cipolla tritata e una manciata di semi di cumino; poi si aggiunge del sale e si mescola il tutto. Il composto ottenuto si lascia raffreddare in frigo per circa un’ora. Quindi la crema è pronta per essere spalmata sulle fette di pane, con l’aggiunta dell’erba cipollina tritata o, a scelta, del peperone verde.

Un primo di sicuro effetto e gradimento? Le mezze maniche a colori. Servono 320 grammi di pasta in formato mezze maniche, un peperone rosso, due spicchi d’aglio, basilico, pomodori freschi, peperoncino in polvere, sale marino fino, olio extravergine di oliva. Il peperone va mondato e tagliato alla julienne, riposto in una pirofila e passato al microonde insieme a spicchi d’aglio schiacciati, al basilico e ai pomodori. Il composto va poi sfornato e frullato, mentre la pasta va lessata in acqua salata e coperta con la purea. Infine non resta che salare e condire con olio crudo e peperoncino, e il piatto è pronto.

Altro primo piatto tipico della cucina italiana sono le trenette al pesto. Per prepararle occorrono 400 grammi di trenette, 100 grammi di patate, 100 grammi di fagiolini, basilico fresco, pinoli, aglio, pecorino grattugiato, grana grattugiato, olio d’oliva, sale grosso. Bisogna tritare basilico, aglio e pinoli, versarli nel mortaio insieme al sale e ai formaggi; pestare con movimento rotatorio, finché il basilico sarà ridotto in poltiglia, quindi aggiungere olio continuando a pestare, fino a ottenere una morbida salsa. Poi si fanno cuocere insieme le patate e le trenette, mentre i fagiolini (cotti a parte) vanno versati con il pesto sulla pasta.

Infine, un secondo nutriente: i cardi alla parmigiana. Servono un chilo di cardi, 80 grammi di margarina, 120 grammi di pangrattato e parmigiano grattugiato, 30 grammi di parmigiano in scaglie, sale. I cardi vanno puliti accuratamente e ridotti in pezzi di 10 centimetri circa, da cuocere in abbondante acqua salata. La margarina serve per ungere a caldo una pirofila: su questa bisogna distribuire il pangrattato per poi allocarvi uno strato di cardi su cui versare la margarina fusa e il grana grattugiato.

Si procede con strati ulteriori fino all’esaurimento degli ingredienti, e sull’ultimo strato si colloca il parmigiano a scaglie. Infine si copre il tutto con un foglio di alluminio e lo si fa cuocere in forno alla massima potenza per circa cinque minuti. I cardi sono gustosi, decongestionanti e blandamente diuretici.