La parola dieta dimagrante fa tremare anche i più temerari e di solito la si associa a sacrifici, rinunce e fatica. Eppure non sempre cibarsi in modo corretto equivale a privarsi e a soffrire. Anzi, grazie alla grande varietà presente nella piramide alimentare è possibile scegliere una dieta con cura e senza stress. Inoltre la disponibilità di cibi con un basso contenuto calorico è molto vasta, specialmente quelli che rientrano nella categoria al di sotto delle 50 calorie.

Come sempre la regola principale di una dieta sana è quella di non rifugiarsi nel cibo come consolazione o per combattere la noia e lo stress, ma sceglierlo con criterio per garantire nutrimento senza la fastidiosa sensazione di pesantezza. Importante quindi in una dieta dimagrante anche non eccedere con dosi, ricette complesse e sughi troppo grassi.

Galleria di immagini: cibi sotto le 50 calorie

La natura ci viene in soccorso fornendo una lista di cibi sani, gustosi e poveri di grassi. Un esempio: rapanelli, lattuga, sedano e cetrioli pieni di acqua ideali per un’insalata leggera da insaporire con limone, poco sale e un goccio di olio EVO.

Anche i peperoni, gli spinaci, i broccoli, porri e le zucchine sono poveri di grassi, se cucinati alla griglia risulteranno maggiormente digeribili e leggeri. Potrete anche utilizzarli per creare deliziose torte salate sostituendo il formaggio con il tofu, e insaporendo con spezie e aromi.

Per un buon primo piatto o un contorno di gusto la scelta non potrà ricadere che sugli asparagi, magari in coppia con un uovo strapazzato. Funghi e zucca sono la risposta ottimale per preparare zuppe invernali ricche di sapore, da insaporire con poco parmigiano. Per un ottimo sugo dietetico combinate il pomodoro con olive e basilico, utilizzate origano e maggiorana per insaporire e pepe per condire. Oppure realizzare un succo di pomodoro condito da gustare fresco sgranocchiando dei pop corn, leggeri senza olio e burro.

Se amate la verdura stufata o al forno potrete creare deliziosi sformati o ricette veloci cucinando carote, cavolini di Bruxelles, fagiolini, barbabietole. Il trucco sta sempre nel condimento fatto con succo di limone e aromi. Imparate a dosare il sale utilizzandolo il meno possibile, per non coprire i gusti ma incentivarli all’occorrenza.

Per quanto riguarda il break e la merenda scegliete sempre la frutta, magari di stagione: arance, albicocche, succo di limone, alchechengi, ananas, fragole, prugne, ribes rosso, mele, pesche. Tutta frutta che garantisce un apporto glicemico molto basso, quindi corretto per il nostro cuore, oltre a possedere alte proprietà antiossidanti che servono a combattere l’invecchiamento della nostra pelle.

Senza dimenticare ciliege, mandarini, kiwi, anguria, uva e pere per rigenerare fegato e reni, e ripulire dalle tossine. Anche l’uvetta e la frutta secca fanno bene al cuore, perché forniscono grassi che il nostro corpo smaltisce velocemente e dai quali ricava solo energia.

Infine qualche strappo alla regola è comprensibile, magari una fetta di torta alla frutta, senza dimenticare i carboidrati integrali e il pesce leggero privo di grassi da combinare per preparare piatti unici a base di riso o cus cus.

Fonte: Shape.com