Nella dieta dimagrante, bisogna fare un necessario distinguo tra cibi che permettono di perdere peso in modo sano e cibi che, invece, non aiutano il metabolismo. Non tutto ciò che mangiamo fa bene: molto dipende dal modo con cui i cibi vengono cucinati, dalle modalità con cui vengono conservati e prodotti.

Una recente ricerca della Harvard University ha perfettamente sottolineato le diverse peculiarità di quei cibi e di quelle bevande che meglio di altri possono essere associati alla perdita di peso: gli studiosi hanno così stilato un elenco dei migliori e peggiori alimenti per una dieta dimagrante.

Tra i cibi migliori figurano innanzitutto le nocciole, che rappresentano un mix ideale di grassi insaturi e di fibre. Segue lo yogurt, una buona fonte di calcio e probiotici, che aiutano l’intestino a mantenersi in salute. Ovviamente, la frutta è tra i migliori alimenti che si possono consumare nel corso di una dieta: contiene una grande quantità di acqua, antiossidanti e vitamine. Assieme alla frutta, allo yogurt e alle nocciole, diventano indispensabili nella dieta dimagrante i cereali integrali, che contengono vitamine B e fibre. Non possono mancare all’appello le verdure, irrinunciabili per qualsiasi tipo di dieta: contengono vitamine, nutrienti e fibre, pur essendo a basso contenuto calorico.

Veniamo ora a ciò che sarebbe meglio evitare nella dieta dimagrante o che bisognerebbe consumare con molta moderazione in qualsiasi altro tipo di regime alimentare. In primo luogo, le amatissime patatine fritte: sono gustose, ma la frittura è una di quelle modalità di cottura che conduce a un alto contenuto di calorie e di grassi saturi. In generale, bisogna prestare molta attenzione a tutti i metodi di cottura a cui sono sottoposte solitamente le patate (che non andrebbero mai associate a pane e pasta): patate fritte, al burro o con il ketchup dovrebbero essere evitate o consumate una volta ogni tanto.

Le bevande zuccherate non sono indicate in una dieta: anche se si tratta di succhi di frutta o di tè confezionati, bisogna tener presente che contengono zucchero e che sono molto caloriche. Tali drink possono essere bevuti solo dopo un eccessivo sforzo fisico e attività sportiva. Tra le bevande zuccherato vietate rientrano tutte quelle gassate.

Anche le carni rosse sono nel mirino dei nutrizionisti: dovrebbero essere consumate con moderazione, perché molto grasse. Meglio mangiare carni bianche. Allo stesso modo, devono essere eliminati dalla dieta gli insaccati: sono carni lavorate, ricche di grassi saturi e di nitrati.

Fonte: Fitbie.