Pancia sgonfia, gambe più leggere, ma anche una pelle più tonica e luminosa. Sono i miracoli dell’uva, vero e proprio toccasana per una dieta dimagrante perfetta. Un frutto talmente pieno di risorse che si tende a non buttare via niente nemmeno della pianta da cui nasce. I benefici maggiori sono legati al sistema circolatorio, grazie alla capacità di tonificare i capillari e di limitare la ritenzione. Tutto merito degli antociani, molecole che oltre a determinare il colore delle foglie rendono più elastiche le pareti dei vasi sanguigni. Senza dimenticare le loro innate proprietà antiossidanti, da non trascurare anche quando si è a dieta dimagrante.

Più giovani e in salute grazie all’uva. O meglio dire, grazie alla vite intera. Sono i contadini, come spesso accade, a ricordarci i vantaggi che la natura può donarci: era tradizione, infatti, conservare anche le foglie della pianta, con cui preparare anche tisane e infusi per il bagno. Il segreto della vite sta proprio nelle sue infinite capacità terapeutiche legate a tutta la pianta, non soltanto al frutto. Da un punto di vista nutrizionale abbondano i polifenoli, le vitamine e i sali minerali come il potassio. Un vero e proprio compendio a qualsiasi dieta dimagrante.

Conservare delle gambe lisce e toniche è il sogno di molte donne. Grazie agli antociani non solo è possibile mantenersi più giovani, ma la vite diventa un vero e proprio elisir per gli arti inferiori, l’aiuto ideale contro cellulite, cuscinetti e, più in generale, per la nostra dieta dimagrante. Dagli infusi fatti con le foglie passando per la vinaccia, dall’estratto di gemme all’olio di vinaccioli; proprio quest’ultimo è in grado di favorire l’intestino sgonfio. È infatti dai semi dell’uva che è possibile estrarre un unguento in grado di combattere le smagliature.

Via il deposito di adipe grazie all’acido linoleico: l’olio lo si acquista in erboristeria e una “cura” che è bene portare avanti per un mese intero è quella di assumerne un cucchiaino ogni mattina, quando si è ancora a digiuno. L’alternativa? Farne il condimento per le nostre insalate, perfette in qualsiasi dieta dimagrante.

Proprietà diuretiche ma anche drenanti vengono invece riconosciute all’estratto di gemme, un vero e proprio integratore depurativo ideale per chi sta seguendo una dieta dimagrante. Bastano trenta gocce ogni mattina in mezzo bicchiere d’acqua, e anche in questo caso occorre una certa costanza: trenta giorni andranno benissimo. Contro la cellulite è molto efficace anche la stessa vinaccia, una vera e propria arma ricca di sali minerali e vitamine, ideale anche per migliorare la circolazione: è sufficiente una compressa al giorno per un mese, reperibile in erboristeria.

Per avere gambe più leggere non c’è niente di meglio dell’infuso di foglie, va bevuto tutti i giorni per mantenere costante la sua azione sui depositi di liquidi e per far diminuire il gonfiore. Il migliore è quello ricavato dalla vite rossa. Si suggerisce di berne tre o quattro tazze al giorno quando si è a dieta dimagrante, dopo un’infusione di circa dieci minuti.

Eliminare un chilo di liquidi anche in un solo giorno è possibile. Merito della dieta dimagrante a base di uva, che richiede impegno e continuità, ma che è capace di dare i suoi frutti anche dopo una sola settimana. Provare per credere, anche se l’uva non è per tutti: soprattutto a causa di bucce e semi, chi soffre di colite è infatti costretto a limitarne il consumo; in questo caso si può ricorrere a oli ed estratti di vite, così da garantirsi buoni risultati senza appesantire l’intestino.

Per tutti gli altri, il primo passo è quello di abituarsi a consumare grappoli a volontà, meglio se di qualità nera e se lontano dai pasti. E per ridurre la fame di zuccheri, ben venga un bicchiere di succo d’uva biologico da bere la mattina. Un secondo trucco è quello di assumere cinquanta gocce di gemmoderivato di vitis viniferna diluite nell’acqua: va fatto ogni giorno prima di pranzo, così da accelerare lo smaltimento dell’adipe. Un consiglio anche per la cena della dieta dimagrante: dopo il pasto è buona cosa consumare un infuso fatto con un cucchiaio di foglie di vite rossa, così da stimolare l’attività dei reni e, di conseguenza, lo smaltimento dei liquidi. Tutto questo senza obbligarci a mangiare soltanto uva per tutto il periodo del nostro regime alimentare ipocalorico, e aggiungendo magari un po’ di succo di melagrana per dare una marcia in più all’attività di drenaggio.

Fonte: Riza.