La gravidanza è uno dei momenti più belli ed emozionanti della vita di una donna. Purtroppo, però, ci sono circostanze per le quali la dolce attesa si rivela tutt’altro che dolce e le future mamme vivono questo periodo con tensione, ansia e angoscia.

Sono tante le cause per le quali una donna non riesce a vivere la gestazione come un momento di gioia e possono essere sia fisiche sia psicologiche. Da un lato, infatti, l’aumento di peso, la difficoltà a muoversi e a fare tutti i gesti più semplici con il pancione possono creare nervosismo e ansia, dall’altro, la fa da padrone la paura di ciò che sarà, che più si avvicina il momento del parto e più diventa forte.

Se a tutto ciò si aggiunge una condizione psicologica pregressa poco serena compare la depressione.

Per evitare che tutto ciò avvenga, ed evitare così conseguenze più o meno drammatiche per il piccolo in arrivo, è di fondamentale importanza che la donna senta di avere il sostegno dei familiari. Il compagno o i genitori, soprattutto persone che hanno già passato questa esperienza, possono aiutare la futura mamma a gestire queste paure.

Bastano piccoli gesti: ascoltare le sue esigenze e i suoi disagi, aiutarla nelle piccole cose (spesa, pulizie, preparazione della camera del bambino), far sentire la propria presenza. Un piccolo aiuto che può davvero valere molto.