Dimagrire riattivando il metabolismo è assolutamente possibile. Se infatti si trovano difficoltà nel perdere peso nonostante una dieta dimagrante, oppure si ingrassa piuttosto facilmente, la soluzione sta nel seguire un’alimentazione sana ed equilibrata che faccia appunto riattivare il metabolismo e bruciare più calorie.

Quando si pensa che per dimagrire sia assolutamente necessario seguire una dieta privativa che escluda gran parte degli alimenti e che ci faccia sentire una sensazione di fame continua, è cosa del tutto errata: un’alimentazione equilibrata prevede infatti 5 o 6 pasti al giorno, con piatti sani e porzioni limitate. Se nelle ricette preparate si utilizzano poi ingredienti brucia calorie e si seguono dei semplici accorgimenti, non sarà troppo difficile perdere peso.

Innanzitutto, nella preparazione di alcune ricette dimagranti, cerchiamo di eliminare l’uso dei condimenti grassi e optiamo per l’olio extravergine di oliva a crudo e rendiamo i piatti più gustosi arricchendoli con erbe aromatiche e spezie brucia grassi. Queste sono di grande aiuto per dimagrire poiché potenziano il metabolismo e favoriscono l’eliminazione di scorie e tossine, oltre ad appunto limitare l’uso di altri condimenti ipercalorici.

Evitiamo di utilizzare lo zucchero bianco perché fornisce all’organismo calorie vuote (quasi 500 calorie per ogni 100 grammi) che non fanno altro che rallentare i processi metabolici, creano dipendenza e inducono chi segue una dieta dimagrante a mangiare dolci in eccesso. Preferiamo piuttosto il fruttosio oppure il miele. Evitiamo anche i grassi idrogenati: basta fare attenzione all’etichetta degli alimenti per comprendere se questi siano presenti o meno. Nuocciono al metabolismo e fanno produrre colesterolo.

Ultimo accorgimento risiede nell’utilizzare moderatamente sale marino integrale o sale iodato (attenzione però per chi soffre di tiroide) invece del sale comune. Se soffrite di ipertensione, utilizzate le alghe essiccate e tritate finemente.

Ma come deve essere il menu quotidiano brucia grassi e che riattivi il metabolismo? Innanzitutto facciamo una buona colazione, ricca di proteine e di acidi grassi e povera di zucchero. Un esempio di colazione perfetta può essere quello di assumere 1 yogurt greco con lo 0,1% di grassi, con un po’ di cacao amaro solubile sopra, 2 gallette di riso con due cucchiaini di marmellata senza zucchero aggiunto, un frutto fresco e possibilmente di stagione e 1 cucchiaino di olio di semi di lino.

Gli spuntini non devono mancare in un’alimentazione sana che possa riattivare il metabolismo e farci dimagrire. A metà mattinata e a metà pomeriggio, concediamoci qualche tocchetto di verdura cruda con 3 noci. A pranzo e a cena, scegliamo un cibo proteico (150 g di carne bianca, 200 g di pesce, 150 g di legumi cotti, 2 uova, 150 g di ricotta, 200 g di tofu) e accompagniamolo con 60 grammi di riso o pasta condita con verdure. Prestiamo infine attenzione a non mangiare lo stesso alimento due volte nella stessa giornata.

Seguendo tali consigli, si potranno perdere 3 chili nel giro di due settimane, in tutta facilità.

Ecco una ricetta light utile per riattivare il metabolismo, ovvero quella dei fusilli ai gamberetti e broccoli.

Vai alla ricetta light >>> Fusilli ai gamberetti e broccoli.

Fonte: Obiettivo Benessere.