Dolce & Gabbana mandano in passerella una sfilata che stupisce per ambientazione, creatività e italianità. Da sempre promotori del vero Made in Italy, i due stilisti siciliani fanno sfilare modelle-turiste che, giunte nel Belpaese, iniziano a scattare selfie per immortalare il soggiorno italiano. Il titolo della sfilata, che presenta la collezione primavera 2016, è Italia is love: ecco allora che le modelle si ritrovano a sfilare nel ristorante e nel bar di Portofino, nel negozio di souvenir, nella pizzeria di Capri, nel laboratorio di ceramiche di Caltagirone.

Una sorta di cartolina multimediale dell’Italia, con gli ospiti che fanno selfie e modelle che mandano i loro scatti direttamente on line e che sono proiettati anche sui maxi schermi. “Per noi vedere il Colosseo e Portofino, Firenze e Pompei, o mangiare una pizza è normale, ma per gli stranieri non lo è” hanno dichiarato Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che aggiungono: “l’Italia rimane sempre il Belpaese, è un biglietto da visita nonostante tutto”.

Galleria di immagini: Dolce & Gabbana, le foto della collezione primavera 2016

E così, i monumenti celebrati nell’ambientazione della sfilata diventano, come avviene ormai da qualche anno, i protagonisti dei ricami e delle stampe della collezione primavera 2016. Gli abiti sono decoratissimi, è questo il filo conduttore della linea, e molti di ricami e applicazioni sono fatte a mano (come da tradizione italiana). Novanta sono le uscite tra abiti dai colori sgargianti e dalle proporzioni anni ’50 – per rivivere l’eleganza di Audrey Hepburn in Vacanze romane – che fanno da contrappunto al vero must have del duo siciliano: il sexy tubino nero, questa volta proposto con ricami, trasparenze e drappeggi.

Nel gran finale, tutte le modelle – turiste tornano in passerella indossando una tunica corta dedicata alle città più belle d’Italia e ai loro monumenti che rievocano le suggestioni di Tarormina, Pisa, Amalfi, Roma, Palermo, Portofino e così via. Un viaggio multimediale tra i colori e le bellezze dell’Italia.