I tempi cambiano e con loro anche i gusti e le esigenze.

E anche il mondo della moda deve adeguarsi per stare al passo con i tempi. L’ultimo trend è quello di portare sulle passerelle abiti e accessori rispettosi della natura e delle sue risorse.

Finora solo pochi pionieri avevano battuto questo sentiero, prima fra tutte Stella McCartney, che già da dieci anni propone la eco fashion, una moda che si impreziosisce dell’attenzione all’impatto ambientale delle sue creazione e di metodi di produzione sensibili al rispetto dei lavoratori.

Adesso, la consapevolezza va aumentando e all’ultimo Ethical fashion show di Londra si sono visti diversi volti celebri, come conferma di una nuova sensibilità che si sta impadronendo del  mondo della moda.

Pochi all’inizio, Lamine Kouyaté e Martin Margiela per primi, che hanno deciso di dare un’anima biologica alle loro creazioni. Una svolta a cui si è accodato anche Giorgio Armani, che ha presentato una collezione in cui la tintura dei capi è stata fatta esclusivamente con colori derivanti dalla frutta.

Prodotti naturali ma anche attenzione al riuso, come fa lo stilista britannico Gary Harvey, che da tempo utilizza materiali di scarto, come tappi di bottiglia e lattine, per creare abiti di tutti i generi.