I bambini valutano le cose in base al valore o all’importanza che i loro genitori danno alle cose: seguono il loro esempio.

Ecco perché il primo valore che i genitori devono trasmettere ai figli è l’amore: per i genitori, per i nonni, per il prossimo, per chi vive situazioni difficili. Anche la generosità è una particolare forma di amore. Non servono parole per inculcare nei figli quel sentimento nobilissimo che è l’amore, basta dar loro l’esempio.

Offrire un piatto di minestra alla vicina anziana e sola è…amore. Regalare un proprio giocattolo ad un bambino che non riesce a possederne uno è…amore. Insegnare ai figli comportamenti generosi e altruistici significa coltivare gli aspetti migliori del loro carattere. Perché i bambini, i ragazzi, hanno dei valori propri, sanno essere generosi e tolleranti: sono valori che contano, vanno rispettati e incoraggiati con l’esempio.

Prima di imporre a vostro figlio le vostre idee, potete dirgli che cosa ammirate in lui. Forse voi stessi cambierete in meglio, grazie a lui. Ad esempio, se vi scappano delle parolacce in momenti di nervosismo, peraltro giustificati dalle difficoltà del momento che stiamo vivendo, cercate di controllarvi, perché quello che per voi è un momento di debolezza, e una necessità di sfogo, potrebbe diventare per lui una cattiva abitudine.

La coerenza è fondamentale nella funzione educativa dei genitori. Non è coerente proibire ad un bambino le parolacce che i genitori stessi usano: i bambini si adeguano al linguaggio dei genitori. E non bisogna sgridare un bambino ”viziato” se voi stessi lo avete viziato. Questo non significa che i genitori devono essere perfetti: è possibile avere debolezze, ma occorre riconoscere e dimostrare che si cerca di migliorare.

Cercate di ascoltare con attenzione i vostri figli. In quello che dicono potreste scoprire la parte migliore del loro carattere, le loro qualità ancora inespresse, ma che dovete imparare a riconoscere: sono le qualità che avete trasmesso voi e di cui loro stessi non sono consapevoli. E se avete svolto la vostra funzione educativa con coerenza e consapevolezza, ma anche e soprattutto con amore, quel riconoscere nei vostri figli quei valori nei quali voi stessi credete è semplicemente meraviglioso.

È una vera conquista, in un mestiere così difficile come quello di genitori, poiché è la dimostrazione di aver saputo educarli senza fare i moralisti, i carcerieri, i giudici. Non serve, infatti la costrizione o fare la morale: i figli scapperebbero da voi ancora adolescenti. È fondamentale l’amore