Facebook si può rivelare un ottimo modo per mantenere contatti non solo di amicizia ma anche di lavoro. State però attente a come lo utilizzate, perché, con un uso improprio, il popolare social network vi si può facilmente rivoltare contro e arrivare persino a rovinarvi la carriera.

Facebook è un’arma a doppio taglio: da una parte è un network che può aiutare la vostra carriera, dall’altra può anche comprometterla irrimediabilmente. Quando scrivete o postate qualcosa, per prima cosa riflettete dunque bene se potrebbe crearvi qualche danno a livello professionale. Anche se non avete il vostro capo o i vostri colleghi tra gli amici di Facebook, considerate che ad esempio le vostre immagini compromettenti possono circolare in maniera molto rapida sul Web e raggiungere anche persone che non fanno parte del vostro network.

La prima regola d’oro per evitare problemi a livello professionale è di evitare di postare commenti di alcun tipo, specie se negativi o fraintendibili, sulla compagnia per la quale lavorate, sui vostri colleghi e naturalmente sul vostro boss.

Per quanto riguarda le immagini che postate sul vostro profilo, provate a considerare a cosa penserebbero di queste i vostri genitori o persino vostra nonna. Se sono fotografie che possono essere ritenute volgari o inappropriate, pensateci bene prima di postarle, visto che potrebbero circolare nel vostro ufficio e arrivare velocemente anche ai vostri superiori. Oltre a foto piccanti, è poi meglio non postare pubblicamente commenti o post di stato con riferimenti sessuali troppo espliciti. Prestate inoltre grande attenzione anche alla fotografie che non postate direttamente, ma quelle in cui siete “taggate” dagli altri, togliendovi dal tag o chiedendo al vostro amico di rimuoverla, nel caso sia troppo compromettente.

State inoltre attente ai gruppi cui decidete di entrare a far parte. Mettere “mi piace” su una pagina discutibile, o ad esempio su un gruppo di persone che odiano il lavoro o una determinata azienda, potrebbe non farvi apparire in bella luce.

Se siete in orario lavorativo, cercate di non passare troppo tempo con le applicazioni dei giochi, visto che queste spesso lasciano una traccia nel vostro profilo. Infine, considerate sempre che ogni informazione che condividete su Facebook la condividete potenzialmente con il mondo intero e quindi valutate bene cosa di voi rendere pubblico, e cosa invece è meglio mantenere privato.

Fonte: Business News Daily