Cosa è il feijoa di cui si parla tanto? È un piccolo frutto che sembrerebbe compiere miracoli e che viene utilizzato sia in cucina che nel settore cosmetico. Scientificamente nota come “Acca sellowiana”, la feijoa è un arbusto sempre verde tipico delle zone montane dell’America Meridionale che produce dei frutti di circa 5 cm di diametro, con polpa bianca lucida e buccia verde. Il sapore? Leggermente aspro, molto simile all’ananas. Dopo aver fatto l’identikit del frutto, è ora di scoprire le molteplici proprietà e i benefici di questo particolare frutto.

  • Proprietà preventiva: per il suo alto contenuto di iodio (3mg/100 mg) può essere utile per prevenire alcune malattie della tiroide, tra cui il gozzo.
  • Proprietà antibatterica: utile contro funghi e batteri che provacano disturbi gastrointestinali.
  • Proprietà antiossidante: rallenta l’invecchiamento cellulare.
  • Proprietà immunitaria: grazie alle vitamina C e K che contrastano i radicali liberi.
  • Proprietà disintossicante: il grande apporto di acqua e vitamine presenti nel frutto fa sì che il fegato sia letteralemente lavato una volta assunto e una piccola azione lassativa permette di espellere le tossine.
  • Proprietà cardiovascolare: la presenza di grassi polinsaturi, omega 3 e omega 6, ha proprietà fluidificanti del sangue e scioglie il grasso presente in esso abbassando il livello di colesterolo.
  • Proprietà antigrasso: grazie agli acidi grassi polisanturi omega 3 e omega 6.

Come se non bastasse il frutto, che contiene solo 70 kcal per 100 gr, viene usato in campo cosmetico (creme e detergenti) per le sue qualità idratanti, tonificanti e rinfrescanti. Senza dimenticare i molteplici usi in cucina. Il frutto è utile sia da mangiare tagliato a metà che per aromatizzare vino, cocktail, gelati, dolci ma anche carne e pesce. Va conservato in frigo, aperto, passando sopra alla polpa acqua e limone per evitare che diventi marrone.