Volete dei consigli per dare una buona educazione al vostro figlio unico? Possiamo capirvi, perché paradossalmente sembra sia più difficile crescere bene un figlio solo piuttosto che due o tre. C’è, però, anche da dire che molte ansie arrivano da luoghi comuni nati dalla convinzione che il rischio di avere un figlio solo sia quello di viziarlo troppo.

In ogni modo, qualche consiglio non fa mai male, dato che (si sa) quello del genitore è il lavoro più difficile del mondo.

Ecco quindi qualche dritta educativa per i figli unici.

  1. Coccolarlo, ma non troppo. Le coccole fanno bene, anzi sono fondamentali, soprattutto quando il proprio figlio è ancora piccolo, dato che ha bisogno di sentirsi protetto, però come in tutte le cose è sempre meglio non esagerare. Il capriccio di fronte anche alla minima mancanza è, infatti, dietro l’angolo.
  2. Non essere iper-protettivi. Il rischio di avere tutte le attenzioni concentrate su un solo figlio è quello di risultare poi troppo protettivi nei loro confronti. Meglio non soffocarlo, anche per evitare che diventi ribelle.
  3. Non caricarlo di aspettative. Un errore che non dovete mai commettere è quello di caricarlo di aspettative: dovete amarlo sempre per quello che è, anche se non sarà mai il primo della classe o il più bravo negli sport.
  4. Non vantatevi di lui. Anche se siete fiere di vostro figlio cercate sempre di non vantarvi troppo di lui. Certo, gratificatelo quando si comporta bene o ottiene dei successi, ma non elogiatelo in continuazione, soprattutto davanti agli altri: potrebbe montarsi la testa.
  5. Non comprargli tutto ciò che vuole. Dovrebbe essere scontato, ma ve lo ricordiamo ugualmente: evitate di riempirlo di cose materiali, di comprargli tutto ciò che vuole. Altrimenti la vostra più grande paura, ovvero quello di crescere un figlio viziato, diventerà purtroppo realtà.
  6. Imporre delle regole. Non bisogna mai dimenticare di dare delle regole al proprio figlio: dal modo di sedersi a tavola al lavare i denti dopo aver mangiato, fino agli orari da rispettare. Lo farà crescere più responsabile.
  7.  Parlategli spesso. Ritagliatevi sempre del tempo per parlare con lui, per sapere quello che pensa, prova e vive, ma anche per renderlo partecipe della vostra vita, in modo tale da non farlo sentire mai escluso.
  8. Fate in modo che socializzi con gli altri. Il rischio di avere un figlio unico è che si ritrovi spesso solo a giocare, quindi fate in modo che impari fin da piccolo a stare con gli altri. Prendete, per esempio, la buona abitudine di invitare a casa vostra cuginetti della sua stessa età o magari i figli della vostre amiche.
  9. Non fategli sentire la mancanza di un fratello o una sorella. Avere un figlio unico può essere una scelta o una casualità della vita, ma questo non deve in alcun modo influire su di lui. Per intenderci: se per caso volevate avere altri figli ma alla fine c’è solo lui, evitate di dirglielo e non fategli sentire la mancanza di un fratello o una sorella.
  10. Tenete lontano da lui i vostri problemi. Tutte le coppie e le famiglie hanno qualche problema, piccolo o grande: cercate, per quanto possibile, di tenere lontano vostro figlio da queste situazioni. Ricordatelo: lui non deve mai essere la vostra valvola di sfogo.