Un alimento estivo per antonomasia? Il gelato, ovviamente! In tantissimi gusti diversi, il gelato è una fresca consolazione estiva, digeribile e nutriente. Alla frutta, alla crema o al cioccolato: i gelati si possono arricchire con tanti aromi, colori e ingredienti differenti partendo da una base – di solito quella alla crema – e tutti contengono saccarosio, un tipo di zucchero che contribuisce ad alzare il livello glicemico. Meglio mangiarne con moderazione, perciò, o sostituirli completamente a uno dei due pasti giornalieri.

Proprio per la sua genuina bontà e per la sua freschezza, il gelato è uno degli alimenti che più si desidera realizzare in casa, con o senza l’apposita gelatiera. I tipi che è possibile preparare sono due, quelli a base di crema e quelli a base di passati di frutta detti anche sorbetti. Nel caso optaste per quelli a base cremosa, ricordate che potrete prepararli con la doppia panna o con la classica crema di latte e uova.

Il modo più pratico di realizzare il gelato in casa è la gelatiera elettrica e automatica che mescola con le apposite pale di plastica e interrompe il funzionamento quando il gelato è pronto. Se utilizzate, invece, il metodo tradizionale e certamente più lungo del freezer, dovrete versare il composto di uova, zucchero, latte e panna in un contenitore resistente al freddo. Ponetelo in freezer per qualche ora mescolando di tanto in tanto, affinché resti ben mantecato e non si congeli formando delle piccole schegge di ghiaccio.

Le regole generali per preparare il gelato sono sempre le stesse, sia che ci si serva di una gelatiera che del freezer. Poiché la congelazione riduce il sapore e l’aroma del composto da congelare, meglio abbondare con lo zucchero. Se non ne utilizzate abbastanza, infatti, il gelato diventerà troppo duro e immangiabile, ma se ne usate troppo il composto farà a fatica a gelare. La proporzione per un gelato alla crema, per esempio, è di una parte di zucchero e 4 parti di crema. Ciò significa che per ogni 125 g di zucchero saranno necessario 500 g di crema. Ricordate che è meglio aggiungere lo zucchero sotto forma di sciroppo che, bollendo, non deve superare la temperatura di 104 gradi.

Se avete qualche timore sui danni che il gelato potrebbe arrecare alla linea, vi basterà sapere che il gusto meno calorico è quello al limone che contiene solo 101 calorie. Segue il gelato alla crema con le sue 189 calorie, quello fiordilatte 218 e infine il gelato al cioccolato con ben 291 calorie.

Il gelato fatto in casa, soprattutto se realizzato in gusti neutri come crema, panna e fiordilatte può impreziosito da tanti ingredienti diversi che, oltre ad aumentarne la bontà, li rendono molto scenografici. Fra questi, vi ricordiamo i frutti di bosco come more, lamponi, mirtilli, ribes e amarene, le scaglie di cioccolato bianco o fondente, i biscotti sbriciolati, le fragole, le ciliegie, gli amaretti e qualche fogliolina di menta fresca.