Pare che i concorrenti meridionali del Grande Fratello non abbiano molta presa sul pubblico. Tanto che, come ha fatto notare Alessia Marcuzzi durante la finale, nessun meridionale ha mai trionfato al reality show decennale di Mediaset.

Da Cristina Plevani a Mauro Marin, nessuno che provenisse da una zona più a Sud di Roma. Una delle tante stranezze del GF: anche se molti concorrenti meridionali hanno sfiorato il podio, eppure da Salvo Veneziano a Massimo Scattarella, nessuno ce l’ha fatta.

Non si comprende la ragione di questa distribuzione geografica, ma certamente non si tratta di una forma di razzismo del pubblico, che per due volte ha premiato uno straniero: l’iraniano Johnatan Kashanian e il montenegrino Ferdi Berisa.

Probabilmente si tratta di una casualità, come quella per cui una donna non vince un’edizione del GF da Serena Garitta in poi. Si riteneva che quest’anno avrebbe potuto vincere una donna, data la coincidenza della finale con l’8 marzo, ma così non è stato. Anzi, quest’anno addirittura non solo una sola donna, Cristina Pignataro, è giunta in finale, ma soprattutto il podio è stato occupato da tre concorrenti settentrionali.

Eppure, i meridionali non mancano ai provini, come abbiamo potuto vedere dai filmati della Gialappa’s, né all’interno della casa, ma finiscono sempre per passare in secondo piano, a meno di non finire contestati fortemente in studio appena usciti dal gioco come avvenne per Francesca Piri, galatinese, prima eliminata in assoluto dal Grande Fratello prima edizione.