Dimagrire in acqua è il metodo più efficace e divertente per perdere chili ma soprattutto per drenare, tonificare e rassodare. L’acquagym è il tipo di ginnastica in acqua più conosciuto ma ci sono numerose varianti tra le quali scegliere quella più adatta e piacevole. Si possono praticare in piscina seguendo degli appositi corsi ma anche da sole al mare per mantenere i risultati raggiunti.

La scelta tra i vari tipi di allenamento in acqua dipende dall’obiettivo che si vuole raggiungere; per dimagrire e nello stesso tempo allenare cuore e fiato l’ideale è acquadance, acquabiking e acquajogging ovvero a tempo di musica immersi nell’acqua si eseguono esercizi cardiorespiratori, si balla, si corre e si pedala.

Per rassodare i muscoli si opterà per l’acquagym, acquafitness, acquabody o acquatonic. Con l’aiuto di appositi attrezzi si eseguono esercizi di tonificazione in acqua. Le discipline acquatiche inoltre sono ottime per rilassarsi: con acquayoga, acquastretching e acquarelax si pratica la respirazione, l’allungamento e l’equilibrio.

Qualunque sia l’allenamento preferito è certo che l’acqua potenzia i risultati grazie alla sua funzione tonificante e drenante e senza ingrossare troppo la muscolatura. La circolazione del sangue e quella linfatica migliorano con un effetto sgonfiamento delle gambe e riduzione della cellulite.

L’effetto idromassaggio dell’acqua modella il corpo, le attività si svolgono a ritmo di musica e per questo sono molto più divertenti che una seduta in sala pesi e inoltre sono sport adatti a tutti anche a chi non sa nuotare in quanto si svolgono in vasche dove si tocca. Per chi invece sa nuotare si può provare a effettuare gli esercizi in acqua alta in modo da sforzare gli addominali per mantenere l’equilibrio. Per ottenere i risultati migliori sarebbe opportuno praticare l’acquagym per 30 minuti almeno tre volte alla settimana.

Vediamo ora più approfonditamente le varie tipologie di allenamento. L’acquayoga è una delle più moderne evoluzioni dello yoga tradizionale, si pratica allungando i muscoli e allenando la respirazione. L’Acquafin si pratica con l’aiuto di attrezzi fissati alle caviglie per aumentare la resistenza dell’acqua e quindi svolgere un lavoro più intenso ed efficace.

L’ Acquagym o acquafitness è la base di tutte le discipline in acqua, si corre, si salta, si eseguono esercizi a corpo libero e con attrezzi, da soli o in gruppo. Stimola la circolazione, tonifica i muscoli, brucia i grassi e allena il cuore.

L’Aquawalk (camminare in acqua) e l’Aquatreading (il movimento per galleggiare) sono molto semplici da praticare e possono essere svolti in qualsiasi corso d’acqua. Si basano sulla semplice passeggiata in acqua molto utile per assottigliare le caviglie e per chi soffre di gonfiore alla gambe e cattiva circolazione.

Ci sono poi tutta una serie di allenamenti mutuati dalle palestre e trasportati in acqua, dall’acquaspinning, all’Acquakickboxing, fino all’Aquadance. Insomma dimagrire non è mai stato così divertente e a portata di tutti i gusti.

Fonte: obiettivo benessere.