In epoca di bilanci per il Grande Fratello 12 non c’è da stare allegri per questa edizione completamente sbagliata, un cast che non ha fidelizzato nessun telespettatore, superficiali, arroganti, anonimi, vanitosi e litigiosi. Si è cercato di puntare sul fattore coinvolgimento delle storie drammatiche alle spalle dei concorrenti, ma non sono servite a nulla, neanche gli amori nati hanno commosso più di tanto. Pier Silvio Berlusconi ha ammesso il notevole calo di ascolti e ha reso noto che starà fermo per un anno.

Nelle ultime ore Alessia Marcuzzi ha dichiarato che la rete le ha chiesto di ritornare alla conduzione della tredicesima edizione del Grande Fratello ma sembra essere titubante:

Non so cosa farò. Sono però d’accordo con Piersilvio Berlusconi: il programma deve riposare un po’. Questa volta le edizioni sono state davvero ravvicinate: ho fatto fatica anche io ad affezionarmi ai concorrenti nuovi avendo ancora nel cuore i vecchi. Giusto che ci sia un po’ di respiro e giusto pensare a delle modifiche. Quanto a me, è presto per capire che succederà.

Anche la vittoria di Sabrina Mbarek, che ha stravinto, c’è un’ombra sul televoto, anche Alessia Marcuzzi ammette il flop:

Ci sono stati dei concorrenti arroganti. Mi sono arrabbiata quando hanno avuto poco rispetto per gli autori, per chi li aveva scelti e per tutti quelli che sono stati scartati al posto loro. Non potevo non difendere un gruppo di lavoro che per me è una seconda famiglia. Quanto alla possibilità di selezionarli con maggiore cura, c’è da dire anche che molti cambiano faccia “in cattività”. Inoltre i concorrenti più pacifici e discreti sono i primi ad essere eliminati dal pubblico. Poi ci si fa qualche domanda…