Gucci e Beyoncé: questa volta non si parla di moda ma di beneficenza. In occasione della giornata mondiale dell’acqua, il 22 marzo, la maison fiorentina e CHIME FOR CHANGE (campagna globale lanciata da Gucci nel 2013 volta a sollecitare, riunire e rafforzare le organizzazioni che in tutto il mondo danno voce alle donne e alle ragazze) hanno annunciato una nuova collaborazione con Beyoncé e Unicef Usa per fornire acqua pulita e sicura ai bambini del Burundi, paese noto come il ‘Cuore dell’Africa’.

Attraverso la sua organizzazione filantropica BeyGOOD, e in collaborazione con Unicef Usa, nel 2017 Beyoncé ha lanciato l’iniziativa pluri-annuale BEYGOOD4BURUNDI a sostegno di programmi per migliorare l’accesso alle risorse idriche e i servizi sanitari nella nazione africana.

I primi 35 pozzi sono stati costruiti e il contributo di Gucci come partner fondatore, per un valore di un milione di dollari, permetterà la realizzazione di altri 80 pozzi, che forniranno acqua pulita e sicura a più di 120.000 donne e ragazze, nonché alle loro famiglie.

Photo: courtesy press office

I principi su cui si fonda il progetto sono: istruzione, salute e giustizia; i medesimi della campagna Gucci CHIME FOR CHANGE, di cui Beyoncé Knowles-Carter è co-fondatrice insieme a Salma Hayek Pinault.  In Burundi, la mancanza di accesso a fonti di acqua pulita e sicura, assieme al tasso elevato di malnutrizione cronica e la scarsa diffusione di energia elettrica, impedisce a milioni di bambini di sopravvivere. Il paese è fra i più “giovani” del mondo: il 52% della popolazione ha meno di 18 anni, e le donne sono il 52%. La campagna BEYGOOD4BURUNDI non soddisfa quindi solo un bisogno primario ma vuole contribuire allo sviluppo economico del paese.

Leggi anche: Beyoncé è la cantante più pagata nel 2017 secondo Forbes

Cosa comporterà l’installazione di questi pozzi? Facciamo un esempio concreto. Se le ragazze non devono camminare per molte ore ogni giorno alla ricerca di acqua pulita, possono andare a scuola. Per tante donne e ragazze, disporre di questo bene primario rappresenta il primo passo verso l’eguaglianza.

Siamo profondamente grati a Gucci, nostro partner di lunga data, per essersi unito a noi e a Beyoncé, attraverso il suo progetto BeyGOOD, per contribuire a cambiare la vita dei bambini del Burundi per sempre. Grazie a questa collaborazione potremo offrir loro la possibilità di imparare, giocare, prosperare e aspirare ad una vita migliore per loro stessi e per le loro famiglie“. Queste le parole di Caryl M. Stern, presidente e ceo di UNICEF USA, riguardo al progetto.

Photo: courtesy press office

Per partecipare all’iniziativa congiunta di Gucci e CHIME FOR CHANGE con Beyoncé vi basterà visitare il sito Beyonce.com/beygood4burundi.