Il guest book del matrimonio, cioè il libro degli ospiti, è normalmente messo a disposizione degli invitati alla cerimonia o al ricevimento, che possono scrivere così i loro auguri ai novelli sposi. Il guest book può essere posizionato in chiesa o nella sala del comune, vicino ai tavoli del pranzo, alla confettata o alle bomboniere, ma l’idea è sempre quella di lasciare un ricordo indelebile dell’affetto e dei pensieri di amici e parenti per la coppia.

Per chi è stanco del semplice libro di pagine bianche da riempire, ecco 10 spunti originali per un guest book diverso dal solito.

  1. Il libro. Al posto di un volume con pagine vuote da riempire si può scegliere una bella edizione rilegata del vostro romanzo preferito, di sonetti d’amore, di romantiche illustrazioni, di fiabe da sogno e chiedere agli ospiti di sottolineare una frase, di completarla con pensieri personali, con ricordi intimi.
  2. L’albero. Pensate a un albero disegnato su un grande cartellone o costruito in fil di ferro: se questo fosse il guest book, ogni invitato al matrimonio potrebbe prendere una foglia fatta in cartoncino verde o una vera foglia (di una varietà abbastanza robusta e adatta all’uso), scrivere sopra il proprio pensiero e appenderla all’albero.
  3. I palloncini. Scegliete dei palloncini in foil, quelli argentati e luminosi, magari a forma di cuore, diversi dai classici rotondi in pvc e perfetti per scrivere un messaggio e per poterli conservare intatti una volta sgonfi: fate apporre gli auguri con un pennarello e appendeteli usandoli come sfondo alle vostre foto.
  4. Una cartina del mondo. Se gli sposi sono degli amanti dei viaggi, del mondo, della geografia o semplicemente dei grandi sognatori, una cartina del mondo diventa un guest book perfetto per i pensieri felici e gli auguri del giorno più bello.
  5. Le farfalle. Fate scrivere i messaggi degli amici e parenti presenti al matrimonio su sagome in carta o cartoncino di farfalle di diverse dimensione, a tinta unita per un risultato più sobrio (magari nere con scritte dorate o argentate) o multicolor per una versione accesa: dopo il matrimonio potrete chiuderle tra due vetri e farne un romanticissimo quadro da appendere in casa.
  6. I cuori. Come per le farfalle preparate tante sagome di cuori in cartoncino, oppure dei cuori in compensato larghi abbastanza per contenere i messaggi, mettete a disposizione degli invitati pennarelli e un salvadanaio (o un contenitore in vetro trasparente) per lasciare da parte per gli sposi il prezioso tesoro di messaggi d’amore.
  7. La macchina da scrivere. Se gli sposi amano il vintage o le idee particolarmente originali possono ripristinare una vecchia macchina da scrivere e lasciarla a disposizione insieme a piccoli fogli perché ognuno lasci, con i caratteri particolari e retro, il proprio messaggio alla nuova famiglia.
  8. La Polaroid. Per chi pensa che le immagini valgano più di mille parole, le foto istantanee grazie a una vecchia Polaroid sono il ricordo perfetto di chi ha partecipato alla festa: ognuno può anche lasciare un messaggio dietro allo scatto, che può essere di una singola persona, in coppia, in gruppo, con o senza gli sposi.
  9. Il dizionario. Chi pensa, invece, che le parole abbiano in sé significati profondi può scegliere al posto del classico guest book un grande dizionario: ogni invitato può scegliere un termine che secondo lui rappresenta la coppia che si unisce in matrimonio, “amore”, “comprensione”, “fiducia” e sottolineandola o cerchiandola aggiungere un pensiero personale.
  10. L’oggetto speciale. Ogni coppia ha un oggetto speciale che rappresenta la storia d’amore, una chitarra con cui è stata suonata una serenata, una t-shirt di un concerto speciale visto insieme, il calendario dell’anno in cui ci si è conosciuti: trasformarlo nel guest book con i messaggi degli amici più cari sarà il coronamento romantico perfetto per il percorso fatto.