Le relazioni non sono mai troppo facili. Ogni coppia è formata da due persone, con differenti istanze, differenti modi di vedere il mondo, differenti storie che a un certo punto si incontrano a metà strada. E naturalmente è governata dall’amore, anche se l’amore non è tutto. Ci vogliono anche delle regole, anzi un’autoregolamentazione, che comunque è soggetta a dei cambiamenti soggettivi: cosa possiamo, in altre parole, perdonare? Il tradimento, la menzogna, l’indifferenza, l’incomunicabilità? Sembra di perdersi dietro il quotidiano, ma ci si dimentica che in effetti la vita è fatta di momenti e in questi rientra anche la pace di un rapporto. Spesso si guarda alle storie d’amore di genitori e nonni, non riuscendo a comprendere che neppure i loro matrimoni sono stati facili e che in due i sacrifici da sopportare sono molto più facili.

Anche le relazioni hanno quindi dei comandamenti: la coppia per vivere bene ha bisogno di darsi delle regole. Non si tratta di regole ferree, ma giusto di consigli che comunque è bene accogliere nella propria vita. In fondo, l’amore è qualcosa di ben raro, che forse vale la pena impelagarsi in una serie di “leggi”, sebbene sia sempre chiaro che a ogni cosa c’è un limite invalicabile, qualcosa che proprio non si può sopportare.

Tra i 10 comandamenti di una relazione d’amore c’è il non sentirsi la maestrina della coppia. Ogni relazione, anche quella che appare più disastrosa, ha qualcosa da imparare, e sentirsi troppo sicure della propria non va affatto bene, si potrebbe finire per darla per scontata. Cosa che accade quando non si presta neppure abbastanza tempo all’altra persona: è importante la qualità, non la quantità, quanto il partner desidera che ci sia l’altro in momenti fondamentali. Inoltre, non si ci deve aspettare una gratificazione immediata: intanto, l’amore è premio a se stesso, e poi ci mette un po’ di tempo a maturare.

Inoltre, le relazioni non sono roba per persone troppo indipendenti: il mondo andrebbe meglio se ognuno si preoccupasse dell’altro, perché ognuno di noi ha bisogno di qualcuno di speciale che lo spalleggi nel bene e nel male. L’arma fondamentale in queste occasioni è proprio la comunicazione: non si deve temere di chiedere aiuto, consiglio o semplicemente un abbraccio. Nessuno legge nel pensiero. E non ci si deve vergognare delle proprie emozioni: a tutti capita di sentirsi arrabbiati, sconfortati, depressi, ma è l’amore che può contribuire a risollevarsi. Infine, non si deve dimenticare che una relazione è la cosa più importante della propria vita insieme alla salute. Senza amore non si sta bene, il denaro, il lavoro e altre cose sono importanti, ma a tutto in fondo c’è sempre un rimedio.

Fonte: Yourtango.