Una rivolta popolare per colpa di una ricetta sbagliata. È quello che è successo dopo la puntata dello scorso venerdì della “Prova del Cuoco“, programma di cucina condotto da Antonella Clerici su Raiuno. Tutta colpa dello chef Andrea Ribaldone, nato a Milano ma trapiantato in Piemonte, che ha deciso di cucinare il piatto tradizionale della Valtellina, i pizzoccheri.

Durante la preparazione, lo chef ha mostrato in maniera minuziosa gli ingredienti da aggiungere per la riuscita del piatto:

“Secondo la ricetta tradizionale vanno aggiunti olio, latte e una fonduta di formaggio d’alpeggio”.

Mai errore fu più grande. I valtellinesi hanno immediatamente constatato l’inesattezza degli ingredienti utilizzati quindi, a fine puntata, si sono scagliati contro il cuoco attraverso tweet al veleno: “Quella ricetta è una mostruosità, altro che fedele alla tradizione“; “Una ricetta stravolta, altro che creatività ai fornelli“; “Non si rovina una ricetta tradizionale“; e ancora “Il latte no! Il formaggio aggiunto per ultimo si scioglie da solo“, fino a “Vergogna”. La questione si è fatta talmente seria che è intervenuto addirittura Rezio Donchi, il presidente dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio, specificando, a scanso di equivoci, gli ingredienti giusti da utilizzare:

“Quelli cucinati alla “Prova del cuoco” chiamateli in un altro modo, ma non pizzoccheri. Perché non si fanno così. Serve farina di grano saraceno, farina bianca, burro, formaggio Valtellina Casera dop, formaggio in grana da grattugia, verze, patate, uno spicchio di aglio e pepe”.

Come porre rimedio a un errore così grossolano? I valtellinesi hanno già proposto una soluzione: una nuova puntata del programma della Clerici dedicata alla ricetta, questa volta autentica, dei pizzoccheri.