Dalla caffeina arriva un alleato tutto al naturale per contrastare la disfunzione erettile. Secondo quanto emerso da uno studio condotto dall’Università del Texas e pubblicato su “Plos One”, infatti, la sostanza  sarebbe in grado di aiutare gli uomini a risolvere una delle paure che li accomuna.

Condotto su 3724 uomini, lo stesso ha evidenziato come i maschi che consumano tra gli 85 ai 170 grammi di caffeina al giorno – l’equivalente a circa due o tre tazzine di caffè – avessero una probabilità ridotta del 42% di avere dei problemi di erezione rispetto a coloro che, invece, ne consumano meno di 7 milligrammi. Il rischio, invece, cala del 39% per coloro che consumano quotidianamente dai 171 ai 303 milligrammi di caffeina.

Ma com’è possibile che la caffeina abbia un effetto positivo per contrastare questa “impotenza”? I ricercatori attribuiscono i dati positivi al fatto che la caffeina vada a innescare una serie di meccanismi che fanno rilassare le arterie dell’organo genitale maschile, facendo così aumentare la circolazione sanguigna. Tuttavia, non solo il caffè sarebbe in grado di dare gli stessi benefici: i risultati, infatti, risulterebbero pressoché gli stessi anche se la caffeina viene assunta sotto forma di tè e bevande energizzanti.

A godere degli stessi effetti, precisa lo studio, non sono solo gli uomini considerati in “salute”: i benefici, infatti, sono stati riscontrati anche per gli uomini ipertesi, in una condizione di sovrappeso o obesità. Il rischio, invece, sussiste ancora negli individui affetti da diabete e a questo proposito, l’autore dello studio, il dottor David S. Lopez, ha spiegato infatti che la malattia rappresenta “uno dei più forti fattori di rischio per la disfunzione erettile”.