Il matrimonio è in crisi? Stando a un sondaggio di Ask Men, l’87% delle donne e il 78% degli uomini hanno ancora voglia di credere in quest’istituzione e fare quello che sembra essere un salto nel buio. L’avanzare dei divorzi e delle separazioni sono un dato di fatto, ma questo non significa che tante persone abbiano smarrito l’ideale romantico di invecchiare insieme, non solo perché si hanno casualmente figli in comune. Oggi infatti, a differenza del passato, se si resta incinta si hanno tante possibilità, tra cui quella di essere una madre single, dato che il matrimonio non è più un obbligo e nessun padre conserva un fucile puntato sulla verginità della propria figlia. Ciononostante l’istituzione ha ancora il suo fascino e, va ricordato, ci sono molti che la scelgono poiché foriera di diritti come quello all’adozione di un bambino.

Il matrimonio, comunque, oggigiorno avviene sempre per amore: niente nozze concordate dalla famiglia, in Occidente almeno, gli ultimi in tal senso si sono visti negli anni ’80, in film come “Bella in rosa” e anche quella era finzione. L'{#amore} è il sentimento che costituisce la condizione necessaria per stringere il nodo, ma non necessariamente provare questo sentimento porta direttamente al matrimonio: a pensarlo sono il 55% degli {#uomini} e addirittura il 66% della donne. In fondo, quanto si è amato in passato eppure la rottura del rapporto è avvenuta in ogni caso?

C’è comunque un’ipocrisia di facciata relativa al matrimonio: se viene chiesto alle persone se ci si sposerà mai, gli uomini rispondono di no praticamente nella totalità dei casi e anche la stragrande maggioranza della donne. È un’istituzione arcaica, senza significato, risponderanno in molti, eppure ci si continua a sposare sebbene ci sia un evidente aumento delle unioni solo civili, rispetto al rito religioso o concordatario, per cui il matrimonio avviene contestualmente in senso religioso e civile. E sempre più coppie scelgono la convivenza, forse per sperimentare come si possa migliorare un rapporto stando fianco a fianco.

E se i VIP non sempre si sposano, la gente comune non viene influenzata dal fenomeno. Nella mentalità comune, le persone che fanno parte del mondo dello spettacolo sono più inclini ai tradimenti e alle separazioni, anche se non sempre è così: sono tanti gli esempi di VIP che hanno condiviso tutto per moltissimi anni o per tutta la vita, e comunque il loro stile di vita non può essere paragonato a quello delle persone che in quel mondo non ci stanno, ma vivono problemi come le bollette, arrivare a fine mese, restare incinte o semplicemente cosa cucinare quel giorno, giusto per accennare a problemi risolvibili e non distruttivi come possono essere quelli di salute, che colpiscono chiunque al di là del loro status.

Fonte: Tressugar.