In the land of blood and honey”, il primo film da regista di Angelina Jolie, uscirà nelle sale a dicembre, ma nel frattempo sono emerse locandina e trailer. Da cui già si annuncia come una storia d’amore straziante, e altro non poteva essere visto che è ambientato durante la guerra dei Balcani tra il ’92 e il ’95.

Angelina Jolie, che voleva girare “In the land of blood and honey” direttamente in Bosnia ma costretta invece a scegliere l’Ungheria, ha parlato del suo primo lavoro dietro la cinepresa sottolineando come sia una storia d’amore ai tempi della guerra:

Galleria di immagini: In the land of blood and honey: immagini

«Racconta cosa succede alla gente, non soltanto a una coppia. A un padre, un figlio, sorelle madre e bambini, amici. Quello che succede a tutte queste relazioni diverse quando vivi dentro una guerra. Anche se sono relazioni fantastiche, forti, affettuose e strette.»

La storia dipinta da Angelina si basa però soprattutto sulla relazione tra un uomo serbo cristiano, Danijel, e una donna bosniaca, Ajla, relazione che allo scoppio della guerra comincerà a vacillare, dove l’odio inter-etnico si insinuerà anche tra loro, con sospetti e diffidenza crescenti.

Il film è stato girato sia in lingua locale, bosniaco-serbo-croato, che in inglese, e uscirà nelle sale in entrambe le versioni, almeno negli Stati Uniti, dal 23 dicembre, cosa di cui Angelina è molto orgogliosa:

«Mi sono sentita non come se stessi girando un film su delle persone, ho provato a fare un film con le persone di questo paese.»

Da trailer e locandina è chiaro che è molto diverso dai lavori in cui Angelina è protagonista, generalmente azione e temi leggeri. Qui sembra averci messo tutta la sua carica di attivista, speriamo però che oltre al contenuto impegnato, anche la forma sia degna di nota.

Fonte: EntertainmentWeekly, JustJared