I jeans sono senza dubbio il capo più indossato, amato, ricercato e talvolta anche odiato da tantissime donne; sì perché, tra i migliaia di modelli di marca e non in circolazione non è sempre facile trovarne uno che calza a pennello. Anzi, talvolta si tratta di un’impresa estremamente ardua, non solo per chi ha delle curve particolarmente accentuate o qualche chilo di troppo: trovare i jeans giusti e alla moda è spesso un’impresa anche per chi ha un fisico perfetto.

Galleria di immagini: Jeans

E allora, come fare a scegliere tra i tanti jeans che troviamo in commercio, il modello che esalta le forme piuttosto che deturparle? Basta trovare quello giusto, capace di adattarsi alla perfezione al proprio corpo. Ecco i consigli della fashion stylist Stephanie Prommer.

Chi ha un fisico minuto può optare per un jeans scuro o nero in grado di allungare la figura: la scelta può dunque ricadere su modelli skinny o stretti sul fondo, in perfetta linea con i trend di stagione. Da evitare assolutamente sono invece i Capri, lunghi fino a sotto il ginocchio, o quelli con taglio alla caviglia: accorcerebbero ancora di più la figura rendendola goffa e per niente slanciata.

Le donne e le ragazze dalla forma rettangolare, ovvero un fisico senza particolari curve in evidenza, dovrebbero potrebbero orientare la loro scelta su jeans leggermente svasati sulle cosce, aderenti dal ginocchio e con tasche sul retro inclinate verso l’esterno, in modo da far apparire il sedere più rotondo. Sono invece totalmente da evitare i modelli troppo ampi, dal taglio maschile, colpevoli di mimetizzare ancora di più le forme.

Secondo la Prommer, le fortunate da possedere un fisico dalla tipica forma a clessidra, la formula giusta è quella di jeans a vita alta, con taglio ampio sulle gambe per controbilanciare la larghezza dei fianchi. I jeans a vita bassa o troppo stretti evidenziano troppo la sinuosità del corpo, rendendola fin troppo evidente: decisamente out.

La classica forma a pera, quella con la parte superiore del corpo più piccola rispetto a quella inferiore, richiede invece una vita media e un modello bootcut che compensi i fianchi larghi; di tutt’altro avviso sono invece i modelli elasticizzati o skinny: le gambe, già evidenti per natura, apparirebbero ancora più grandi, meglio dunque orientarsi su altri tagli,

Per la forma a mela, tipica delle donne dalle forme più generose, è invece meglio puntare su un jeans più stretto in fondo che distolga così l’attenzione dalla parte più critica, ovvero il punto vita e lo stomaco. In alcuni casi è poi possibile affidarsi ai modelli, ce ne sono molti sul mercato, pensati appositamente per contenere l’addome prediligendo vita alta o una cintura morbida che non segni troppo il corpo; scontato ma non troppo, da evitare assolutamente i jeans a vita bassa.

Sempre per le più formose, dai fianchi particolarmente abbondanti, via libera ai colori scuri, possibilmente abbinati a modelli dalla gamba dritta; niente da fare invece per la vita bassa e ai modelli troppo attillati; per lo stesso motivo, i colori e i lavaggi chiari metterebbero in evidenza qualsiasi piccolo difetto, quindi meglio non correre rischi scegliendo queste tonalità. Tutta un’altra storia per chi invece ha i fianchi stretti: meglio scegliere il proprio paio di jeans tra modelli slim cut, perfetti se con le tasche sui fianchi; da evitare invece i modelli a campana che renderebbero sproporzionato il corpo.

Le gambe corte, seppur magre, sono accerrime nemica delle lunghezze striminzite come quelli visti soprattutto durante l’estate: pieghe, lacci e risvolti, se alla caviglia, appiattiscono la figura rendendola ancora più bassa; meglio dunque optare per pantaloni fino al tallone, magari corredati da un paio di {#scarpe} dal tacco alto vivaci e sbarazzine, lasciando questi modelli alle ragazze più alte, le quali possono sbizzarrirsi anche scegliendo tra boot cut e skinny.

Anche il lato b richiede il giusto paio di jeans: meglio evitare tasche con ricami elaborati o vistosi, a vita particolarmente bassa o estremamente stretti se si è particolarmente abbondanti sul didietro; lasciando questi modelli a coloro che possiedono un posteriore poco evidente, valorizzandolo proprio con questi dettagli oltre che a carrè a V sul retro utili per aumentarne otticamente il volume, le donne con questa particolare conformazione fisica possono orientarsi su modelli più sobri ma non per questo meno accattivanti.

Fonte: Beauty Riot