Perfino il Kaiser della moda è intervenuto sulla questione della rapina a mano armata avvenuta nell’appartamento parigino in cui si trovava Kim Kardashian durante la settimana della moda. Tuttavia, al contrario di molte celebrità che hanno preso le parti della socialite, Karl Lagerfeld ha detto senza mezzi termini che la donna “se l’è andata a cercare”.

Ricapitolando quanto successo, Kim Kardashian, nella notte tra domenica 2 ottobre e lunedì 3, è stata rapinata da cinque uomini armati travestiti da poliziotti, che, dopo averla legata e rinchiusa nel bagno, hanno portato via gioielli ed effetti personali per un valore complessivo di circa 14 milioni di euro.

Karl Lagerfeld, la mattina successiva al triste evento, ha inviato un biglietto alla diva del reality americano, per mostrarle la sua vicinanza. “Carissima Kim, siamo tutti con te”, era il messaggio contenuto nella nota. Tuttavia, la sua reazione è stata ben diversa quando è stato chiamato a commentare l’evento al termine della sfilata parigina di Chanel, di cui lo stilista è direttore creativo.

“Se sei così famosa [Kim Kardashian ha più di 100 milioni di follower sui social] e mostri tutta la gioielleria su internet, vai in hotel dove nessuno possa avvicinarti alla tua stanza”, ha detto Karl Lagerfeld, “Non puoi mettere in bella mostra la tua ricchezza e poi stupirti se qualcuno vuole divederla con te”. “Penso che sia una brutta cosa per Parigi ma non capisco perché lei fosse in un hotel senza sicurezza. È davvero una brutta immagine. Noi tutti facciamo sforzi affinché Parigi sia attraente e poi accadono queste cose. Sembra che queste persone provenissero dai Paesi dell’Est Europa”.

Molti hanno criticato in realtà l’esposizione mediatica di Kim Kardashian, che non ha mai smesso di ostentare il suo conto in banca e la sua ricchezza sui social: la scorsa settimana aveva twittato proprio la foto del suo anello di diamanti del valore di 3,5 milioni di sterline che le è stato rubato durante l’agguato. Anzi, c’è chi pensa che la rapina, visto la facilità con cui i ladri hanno avuto accesso alle sue stanze, sia solo una montatura.

Kim Kardashian e Karl Lagerfeld hanno collaborato in passato: il fotografo tedesco era apparso anche nel video game della socialite sotto forma di cartone animato. Inoltre, Lagerfeld ha realizzato un servizio fotografico con lei quest’estate per la rivista americana Harper’s Bazaar e la sorellastra di Kim, Kendall Jenner, ha sfilato per lui nelle sfilate parigine di Chanel haute couture dello scorso anno.

“Il contributo di Kim Kardashian alla bellezza e alla moda è quello di aver dimostrato che non c’è bisogno di essere super magre e molto alte per essere belle”, aveva detto in passato il Kaiser della moda. “Mi piace molto sua madre [Kris Jenner] e adoro la sua sorellastra Kendall”.