Non possiamo ancora dire di aver visto tutto, non prima di aver letto questo post almeno. Quella che vi presento è un nuovo concept di moto, probabilmente dal design molto futuristico ma sicuramente non impossibile da realizzare, parola di Flavio Adriani. Diamo il benvenuto alla sua creatura, la Lamborbiker.

I più attenti avranno sicuramente notato l’assonanza del nome con quello di una nota marca d’auto, la Lamborghini… non vi siete sbagliati. La Lamborbiker è infatti un tributo alla nota casa automobilistica.

Purtroppo le informazioni a disposizione della stampa non sono molte, anche perché, da come è facile immaginare, si tratta ancora di un concept. Alcune cose però ve le possiamo dire. La Lamborbiker si inspira ad alcuni modellli di Marcello Gandini, capo designer della Bertone fino al 1980. Alcuni richiami sono anche da attribuire a disegni di Ferruccio Lamborghini e Nicolas Tesla.

Lo stile della moto è molto sinuoso e allungato, probabilmente potrebbe costituire un problema nel cercare parcheggio. La scelta delle ruote è ricaduta su un modello Osmos. Queste sono ridotte davvero all’essenziale: il solo anello rotante, privo della raggiera interna, collegato alla moto da un supporto che oltre a gestirne la rotazione, conferisce anche una grande stabilità e sicurezza alla guida del veicolo.

Per la produzione immagino che dovremo attendere ancora un po’ di tempo ma, in un futuro forse, potremo guidare anche noi un modello del genere.