Avete meno di trent’anni, siete brillantemente laureati e conoscete bene l’inglese? C’è un’opportunità di lavoro molto stimolante: lavorare per le Nazioni Unite.

L’ufficio delle Risorse Umane del palazzo di vetro ha aperto un bando chiamato Jpo Programme, per esperti associati e giovani funzionari finanziato dal ministero degli Affari Esteri. Le figure cercate sono le più diverse: da esperti di alimentazione a giuristi e economisti o esperti ambientali.

Il limite di età per proporre la propria candidatura e iscriversi al bando ONU è fissato a 30 anni, con la sola eccezione dei laureati in medicina e chirurgia, i quali possono anche avere tre anni in più. Le domande saranno sottoposte a una valutazione preliminare che definirà gli ammessi alle prove di selezione.

Al termine della fase preliminare ci sarà una lista ristretta di candidati, i quali verranno chiamati per un colloquio che si svolgerà a Roma nel periodo compreso tra aprile e giugno prossimi.

I giovani funzionari dovranno superare una selezione molto restrittiva, oltre la quale si spalancheranno le porte della cooperazione tecnica delle Organizzazioni internazionali come ONU, Unione Europea, Fao, Unicef, Unesco, Oms, Ocse. Le reclute firmeranno un contratto annuale rinnovabile.

Prima di cominciare dovranno tuttavia seguire un corso di formazione che durerà circa due settimane presso lo United Nations System Staff College di Torino. Il bando è scaricabile dal sito undesa.it.

Fonte: JPO Programme