I bambini ci stupiscono sempre per la loro capacità di apprendimento, soprattutto delle parole. Ma non è sempre così, non per tutti e non sempre alla stessa età. Uno studio presentato al meeting annuale dell’American Association for the Advancement of Science di Vancouver ha stabilito un elenco di 25 parole fondamentali nel vocabolario di un bimbo di due anni.

Un elenco in realtà più grande, perché un bambino dopo 24 mesi di vita può riconoscere ed esprimere già 350 termini (la media è di 150), ma l’elenco ristretto di 25 parole – che rientrano nel mondo dei giochi, dell’ambiente familiare, del cibo, degli animali – è molto utile perché è stato approntato per stabilire velocemente se il piccolo ha qualche problema di sviluppo dell’apprendimento.

La lentezza con cui un bambino impara le parole può essere un sintomo di problemi come autismo e sordità, ad esempio, oppure la dislessia, i cui casi sono sempre più frequenti.

Lo strumento individuato, chiamato LDS (Language Development Survey), è quindi molto semplice: basta avere di fronte l’elenco e depennare i termini che il bambino sa pronunciare e riconoscere. Se li riconosce tutti o quasi tutti, non c’è problema. Se invece una quota molto rilevante ne resta fuori, niente allarmismi: potrebbe essere un semplice ritardo, che caratterizza un bambino un cinque. Bambini che a due anni non spiccicano una parola e a tre anni non li ferma più nessuno non sono una rarità. Tuttavia, meglio appuntarsi il numero di un bravo logopedista e leggere al bambino qualche favola in più, parlargli più spesso. Senza pretendere che la televisione lo faccia al posto vostro.

Ecco comunque l’elenco delle 25 parole che secondo lo studio un bambino di due anni deve sapere:

1. Mamma

2. Papà

3. Bambino

4. Latte

5. Succo

6. Ciao

7. Palla

8. Sì

9. No

10. Cane

11. Gatto

12. Naso

13. Occhi

14. Banana

15. Biscotto

16. Macchina

17. Caldo

18. Grazie

19. Bagno

20. Scarpe

21. Cappello

22. Libro

23. Ancora

24. Andato

25. Arrivederci

Fonte: AAAS