L’argomento concepimento è ricco di luoghi comuni, falsi miti e frasi fatte che spesso e volentieri una donna che sta tentando di rimanere incinta si sente dire da amiche e conoscenti, tutte ansiose di offrire una spalla e proporre un modo per accelerare i tempi.

Quanto possa essere snervante cercare la cicogna, e constatare mese dopo mese che non arriva, è certamente fuori discussione. Ma proprio per sorridere un po’ e sdrammatizzare questa situazione che, purtroppo, accomuna molte aspiranti mamme, ecco la top ten dei modi di dire che risultano maggiormente irritanti per una donna che sta cercando di concepire un figlio.

Galleria di immagini: Fecondazione assistita

La prima frase che esce quasi spontaneamente dalla bocca di amici e parenti è questa:

“Devi rilassarti, non pensarci troppo e vedrai che accadrà”.

Certamente l’ansia non aiuta, ma è chiaramente quasi impossibile non pensare al proprio desiderio di maternità e, soprattutto, ai possibili motivi che al momento lo stanno rendendo irrealizzabile. C’è anche chi interviene sull’argomento facendo notare alla diretta interessata che, forse, sta facendo qualche mossa sbagliata.

“Forse stai avendo qualche comportamento errato”.

In effetti, il modo in cui si concepisce un bambino è sempre lo stesso, e difficilmente si può fare o non fare qualcosa che lo renda meno efficace.

A seguire, ecco che arriva l’interpretazione mistica, una teoria secondo la quale se non si riesce a rimanere incinta è per una ragione suprema dettata da Dio in persona, che evidentemente ha programmi ben diversi.

“Tutto accade per una ragione. È il volere di Dio.”

All’aspirante mamma che si mostra delusa e preoccupata per questa gravidanza che non arriva, accade molto spesso di sentirsi dire anche che esistono cose peggiori, e che quindi non c’è motivo di lamentarsi solo per il fatto di non aver ancora coronato il sogno di un figlio.

“Ci sono cose peggiori che possono capitare!”.

Tra i vari consulenti in materia di fertilità, c’è anche chi sicuramente tenta di mostrare il lato positivo della faccenda, sottolineando come provare ad avere un bambino sia comunque un’azione piacevole e divertente. Certo, se non fosse che anche il sesso può diventare fonte di stress per una coppia che cerca di concepire, spesso impegnata in astrusi test di fertilità prima dell’intimità.

Un altro modo per sminuire il problema è far presente altri problemi che, inevitabilmente, sono causati proprio dai figli. Dalla proposta di fare da baby sitter a un paio di marmocchi scatenati, per rendersi conto di quando essere mamma non sia sempre rose e fiori, si passa addirittura al resoconto di quanto i bambini possano impedire attività quali il dormire, il viaggiare, e non ultimo il mettere da parte qualche soldo.

“I miei bambini mi stanno facendo diventare matta. Se vuoi te li affido per un po’…”

E infine, c’è sempre chi propone la soluzione migliore e apparentemente più semplice, nonché grande esempio di altruismo, vale a dire l’adozione. Ma tra le frasi più odiate dalle mamme in potenza, ci sono forse tutte quelle strane teorie o storie assurde di donne che sono rimaste incinta bevendo una bibita particolare, o mangiando alcuni cibi. Ultime, ma non meno irritanti, sono le parole dell’amica super fertile che sottolinea come, invece, il suo caso sia diametralemente opposto.

“‘Mio marito rischia di mettermi incinta solo mentre passeggia nella stanza!”.