Liam Gallagher è stato eletto miglior frontman di tutti i tempi dagli ascoltatori inglesi di XFM, che hanno stilato una particolare Top 20, in cui figurano moltissimi musicisti inglesi, tra cui Dave Gahan, Ian Curtis e Stephen Morrissey, mentre non c’è neppure un afroamericano.

Forse perché questi ultimi non hanno mai privilegiato la propria immagine, insieme alla musica che componevano e che suonavano: perché è di immagine che si tratta, anche se Liam Gallagher, ora leader dei Bead Eye, unisce anche un grandissimo talento musicale, che il pubblico aveva già conosciuto dai tempi dei Oasis.

Galleria di immagini: I migliori frontmen

Così Liam Gallagher, che in questi giorni aveva anche detto che tra i due gruppi ama più gli Oasis, un progetto che avverte maggiormente suo, ha commentato la vittoria:

«Il più grande frontman? Lo sapevo comunque di essere io. Non ce ne sono molti di noi in giro, anche se ci sono parecchi wannabe. Ringrazio chi mi ha votato e mi sostiene ogni giorno. Bella prova d’affetto.»

Fuori classifica un altro grande talento musicale e frontman inglese, come Damon Albarn, e innumerevoli icone musicali come alcuni frontmen del passato John Lennon, Lou Reed e Miles Davis. Solo al secondo posto l’indimenticabile frontman dei Queen Freddie Mercury.

Nel rock c’è una leggenda: frontman e musicista dall’alone mistico devono essere due persone diverse, un po’ com’è stato nei Rolling Stones per Mick Jagger, al misero 12esimo posto, e Keith Richard. Per questo sono più giù di Gallagher coloro che assommano le due caratteristiche, come lo stesso Mercury, Dave Gahan dei Depeche Mode al terzo posto, Dave Grohl dei Foo Fighters al quarto, Morrissey degli Smiths al settimo, Jim Morrison dei Doors all’ottavo, Kurt Cobain dei Nirvana al nono, Eddie Vedder dei Pearl Jam al 14esimo, Joe Strummer dei Clash al 15esimo, Ian Curtis dei Joy Division al 16esimo, Thom Yorke dei Radiohead al 19esimo. Fanalino di cosa al 20esimo Chris Martin del Coldplay.

Fonte: NME.