Dopo la prima data di debutto lo scorso 9 settembre a Montreal, Canada, il Rebel Heart Tour di Madonna è entrata ufficialmente nel vivo: un vero e proprio show che si divide immancabilmente tra musica, esibizioni spettacolari e, ovviamente, numerosi cambi di costume, rigorosamente griffati.

E proprio in occasione dello show la Regina del Pop ha scelto le creazioni di alcuni tra i nomi più noti del mondo della moda, da Alessandro Michele per Gucci a Fausto Puglisi passando anche per Givenchy, Jeremy Scott, Moschino, Prada e Alexander Wang: il tutto sotto la supervisione della costumista Arianne Phillips e dei fidati stylist della popstar.

Galleria di immagini: Madonna: i look del Rebel Heart Tour, da Moschino a Wang

Lo stile, come mostrato negli ultimi lavori discografici, prende spunto da più mood, che passano ovviamente da quello gipsy per riflettersi sull’iconico stile matador. Gucci ha realizzato una tuta in pizzo e lurex jacquard maniche corte con cintura ricamata e passamanerie multicolor, con gonna nera in crêpe de Chine ricamata e scialle in georgette ricamato con frange di seta: tra gli accessori immancabili i guanti di pizzo con ruches plissè jacquard, cappello nero a falda larga con fiori di seta in testa e ai piedi degli stivali stringati in pelle. La maison ha vestito anche i ballerini con tute patchwork con ruches, passamanerie multicolor e cinture ricamate.

Per quanto riguarda Moschino, il direttore creativo della maison, Jeremy Scott, ha realizzato un blazer nero doppio petto decorato con cristalli Swarovski e un mini dress con nude effect, anche questo decorato con paillettes e con frange in stile flapper impreziosite da cascate di cristalli Swarovski. Alexander Wang, invece, ha realizzato un mini dress che gioca con le trasparenze con delle maniche lunghe abbinato a un bustier sur ton in vita.

A vestire la popstar è stata anche la stessa costumista Arianne Phillips con uno strutturato ensemble di ispirazione samurai, concentrandosi sulle spalle importanti, proprio come le tipiche armature, una mantella rossa dalle maniche svasate e impreziosite da dettagli sbrilluccicanti.

Dopo l’incidente avvenuto sul palco dei Brit Awards 2015, Madonna ha riposto la sua fiducia nelle mani di Fausto Puglisi: lo stilista, infatti, ha realizzato la famosa mantella in seta con tanto di “M” e un cuore sul retro tempestato di cristalli Swarovski. Lo stilista ha poi realizzato anche l’ensemble da Matador per la popstar, che “celebra Madonna come Regina e lottatrice”: ogni cristallo di Swarovski è stato cucito su dei ricami barocchi fatti a mano con del velluto e del tessuto in pelle nera.

Per quanto riguarda Miu Miu e Prada, le rispettive case di moda hanno realizzato delle creazioni meno appariscenti rispetto a quelle delle altre maison: Prada, infatti, ha realizzato delle camice con fantasie diverse sia nelle forme che nei colori, con una silhouette che mette in risalto la vita e spalle importanti richiamando lo stile anni ’40 della seconda parte dello show. Il look si completa con cappotti e giacche in gabardine con dettagli contrastanti in pelle e velluto.

Miu Miu, invece, si è occupata delle scarpe, disegnate appositamente per la popstar e il suo corpo di ballo: queste sono ispirate a diversi temi e ogni stile è diverso dall’altro, con un stile sempre aggressivo ma allo stesso tempo sexy e con un’estetica moderna.

A praticamente un quarto di secolo di distanza dal suo primo album di debutto, e a 57 anni suonati, Madonna ha dimostrato di avere ancora la grinta, la provocazione e l’irriverenza erotica dei primi anni: durante il Rebel Heart Tour, il decimo della sua carriera,  Miss Ciccone ha proposto alcuni nuovi brani dell’omonimo album, ripercorrendo anche alcuni tra i successi più celebri al mondo, dimostrando di non essere cambiata affatto.