“Non stasera caro, ho mal di testa”: quanti uomini si sono sentiti dire almeno una volta questa frase?…

Ora sono loro a pronunciarla. Perchè? la causa è la cefalea coitale, meglio conosciuta come emicrania sessuale benigna, un intenso mal di testa bruciante provocato da un rapporto sessuale.

Questo malessere sembra essere molto più diffuso di quanto ci si potesse immaginare, lo comunica un articolo pubblicato sul Daily Mail in un intervista a Will Ashton, un 31enne, soggetto a questa patologia.

È stato uno di momenti più brutti della sua vita che si è verificato proprio mentre stava facendo sesso con la propria fidanzata.

“Era come se una mazza mi avesse colpito nella parte posteriore della testa”, ha detto Ashton al quotidiano britannico. “Sono crollato sul letto, gemendo e in stato di shock. Non potevo-ha aggiunto-aprire gli occhi e mi sono sentito stordito per circa 30 secondi”.

Quando il mal di testa è persistito nei due giorni successivi, Ashton è andato dal medico che gli ha diagnosticato il disturbo.

Secondo il British Journal of Medical Practitioners, la cefalea coitale colpisce una persona su 100. Tuttavia, i ricercatori ritengono che sia più diffusa del previsto perchè i pazienti sono spesso molto imbarazzati nel parlare del problema con il proprio medico.

Ci sono maggiori possibilità di soffrire di cefalea coitale per i soggetti che soffrono già di emicrania. Forti mal di testa legati all’attività sessuale sono stati riportati anche da adolesenti o da persone che hanno fruito di pornografia.

Gli uomini hanno un rischio triplicato o addirittura quadruplicato di soffrire di questo tipo di patologia rispetto alle donne. Mentre alcuni sperimentano “mal di testa pre-orgasmico” che si sviluppa in maniera più leggera, altri descrivono mal di testa improvvisi in prossimità o al momento dell’orgasmo.

Esistono comunque trattamenti farmacologici  per questo tipo di patologia, anche se “dover prendere una pillola prima del rapporto sessuale elimina ogni tipo di spontaneità”, conclude Ashton. E come dargli torto?

photo credit: gennaro cicalese.it via photopin cc