In calo, nella seconda parte del 2011 le quotazioni delle abitazioni a Villasimius con un-3,7%.

Il mercato della seconda casa in Sardegna registra sempre una buona domanda, secondo Tecnocasa, ma la disponibilità economica dei potenziali acquirenti è diminuita. Aumentano gli acquisti da coloro che dispongono di un capitale proprio e non sono costretti a ricorrere al mutuo. L’Imu influisce sull’andamento del mercato immobiliare turistico in quanto spaventa i proprietari di varie unità immobiliari che potrebbero decidere di venderne qualcuna.

Le preferenze attuali sono per bilocali e trilocali, possibilmente vicini al mare su cui investire una cifra media che si aggira sugli 80-130 mila euro. Per le soluzioni indipendenti si è registrata una contrazione dei valori più importante, in quanto richiedono un investimento più elevato. Tra le zone più apprezzate la spiaggia di Simius, dove sono situate soprattutto le ville bifamiliari realizzate dalla fine degli anni ’90 e che si possono acquistare con 250-350 mila euro.

A Villasimius sono molto apprezzate le abitazioni posizionate a Cannuja, il Mandorleto e Sa Suergia dove si possono trovare appartamenti e villette a schiera costruite tra il 1994 ed il 1995 e che si acquistano a prezzi medi di 2000 euro al mq. Mercato quasi fermo nelle zone di Porto Luna e di Costa Rei, a causa delle quotazioni più elevate di quelle di Simius e di zone meno servite e più lontane dal mare.

Cala Caterina e Campolongu sono zone turistiche ambite, ma l’offerta immobiliare, in genere soluzioni di prestigio, è molto bassa e di conseguenza il mercato delle compravendite non è molto dinamico. I prezzi superano il milione di euro. In particolare a Campulongu gli acquirenti cercano una soluzione indipendente o bifamilliare.

Rare le richieste di acquirenti stranieri da Olanda, Francia e Germania, che cercano soluzioni indipendenti con terreno circostante e in posizione decentrata, per una spesa media che si aggira intorno a 200 mila euro. Apprezzate la zona di Castiadas.

I valori delle nuove costruzioni registrano una sensibile diminuzione, infatti ora si vendono a 2000 euro al mq. Ma anche la domanda è in calo, perché gli acquirenti di seconda casa preferiscono tagli più piccoli dei 70 mq disponibili.