Piazza Duomo ha ospitato sfilate di moda, alberi di Natale alti decine di metri, comizi e manifestazioni, ma un gregge da 700 pecore proprio mai. È accaduto ieri: i milanesi che sono passati dal centro per la classica passeggiata del sabato mattina hanno trovato la piazza invasa da pecore.

Nessun allarme, l’invasione è stata dovuta alla riprese del film documentario “L’ultimo pastore”, per la regia di Marco Bonfanti, e ha bloccato la piazza solo per cinque ore, dalle 6 alle 11 di ieri.

Galleria di immagini: Milano, 700 pecore invadono il Duomo

Protagonista del film è Renato Zucchelli, l’ultimo pastore nomade di Milano, che si muove tra le vie della città alla ricerca dei pochi spazi verdi che ancora resistono in una delle “città più industrializzate d’Europa”.

La testimonianza di un mondo ormai scomparso, di una lingua in estinzione (Renato è uno degli ultimi dieci depositari al mondo del ‘Gaì, il gergo dei pastori) e uno studio su quanto poco si sa oggi di uno dei mestieri più antichi del mondo, con interviste alle scuole elementari per capire quale sia il rapporto con la natura dei cosiddetti “bambini di città”.

«Il Comune ha concesso l’utilizzo della piazza in quanto nel film documentario si riconoscono i valori sociali di rispetto per la natura, l’ambiente e le tradizioni».

Così ha detto l’assessore al Commercio di Palazzo Marino, Franco D’Alfonso, il quale ha aggiunto:

«Importanti principi condivisi e promossi da questa amministrazione»

Fonte: Julie News