Lo scenario venuto fuori dal genio creativo di Jeremy Scott per Moschino è apocalittico. A Milano Moda Donna va in scena uno degli eventi più attesi della moda autunno inverno 2016-2017.  Giungendo in via di San Luca, luogo della sfilata Moschino, ci si trova di fronte a un enorme tendone che annuncia un allestimento faraonico e sorprendente.

Una volta varcata la soglia è subito chiaro il messaggio contenuto nell’invito costituito da un biglietto bruciacchiato e una scatola di fiammiferi. Lo scenario è decadente, quasi apocalittico: arredi e oggetti di un passato fastoso giacciono accatastati al centro e ai lati della passerella. Tutto è in rovina e avvolto da una densa coltre di fumo.

Quando parte la musica, con i brani di Britney Spears rivisitati in chiave decisamente rock, le modelle escono in passerella con passo veloce, incalzante e arrabbiato: i loro abiti sono in fuoco e portano i segni dell’incendio non ancora del tutto domato.

Galleria di immagini: Moschino, le foto della collezione Autunno Inverno 2016-2017

Non una semplice collezione ma un vero e proprio show fatto di colpi di scena che si susseguono in un crescendo che suscita stupore e invita a prendere la moda come un gioco, un divertissement.

Tanti abiti corti avvolti da drappeggi e fiocchi di stoffa bruciacchiata e colorata; tanto jeans e poi catene e cappelli da motociclista. Questo fino al momento dell’uscita degli abiti da sera e in particolare dell’abito lampadario, piovuto letteralmente addosso alla modella che lo calza perfettamente con incedere stupefacente.

Tanti applausi alla irriverente creatività di Jeremy Scott che non delude mai e crea sempre aspettative. Entusiasti della collezione anche i tanti ospiti e amici dello stilista seduti e fotografatissimi in prima fila: Lapo Elkann, Alberta Ferretti, Natasha Stefanenko e le onnipresenti Anna Dello Russo e Chiara Ferragni.