Natale 2011: manca poco. Ѐ una delle feste più belle, o meglio, è la festa per eccellenza. I bambini son quelli che ne sentono maggiormente l’atmosfera e la magia, aspettano con trepidazione la mattina del 25 per poter scartare quel pacco colorato portato da Babbo Natale, come vuole la tradizione.

Non c’è niente di più bello per i genitori, e il Natale 2011 non farà certamente eccezione, che guardare gli occhi dei loro figli illuminarsi alla vista dei doni sotto l’albero. Una cosa è certa: accontentarli non è un compito facile, perché spesso bisogna fare salti mortali per trovare il regalo giusto.

Spesso e volentieri però, è tutto dettato dalla moda del momento e quei giochi finiscono in soffitta in breve tempo. Per poter fare un regalo ai bambini degno di quel nome, prima di tutto bisogna cercare di capire gli interessi del piccolo, soprattutto se non si tratta del proprio figlio; meglio orientarsi su un qualcosa che stuzzichi la sua fantasia e ingegno, magari chiedendo consiglio ai genitori.

Non sempre ciò che è all’ultimo grido è l’ideale, anzi, più è personalizzato e meglio è. Oltretutto, altro mito da sfatare è quello secondo cui un gioco più è enorme e costoso e più è divertente. Di questi tempi è sempre meglio rientrare in una cifra prestabilita e non spingersi molto oltre il proprio budget di spesa.

Altro dato da considerare al momento della scelta è l’età del bimbo, perché può capitare di fare regali non propriamente adatti alla fase di crescita. Tenete anche presente un fattore importante: le generazioni attuali sono diverse dalle passate, ma con i bambini piccoli è sempre valida la classica bambola o i morbidi peluches, magari riletti in chiave moderna.

Ma se i piccoli hanno 6 o 7 anni sono più propensi ai regali tecnologici e strategici, anche se per gli amanti della manualità anche le classiche costruzioni andrebbero bene. Con la tecnologia, invece, c’è da sbizzarrirsi: dall’ambito educativo con i pc portatili, ideali per chi ama l’apprendimento, a quello artistico-musicale con il sempreverde karaoke.

Per non parlare dei giochi che coinvolgono sia i figli che i papà; stiamo parlando del pallone da calcio o da pallacanestro. Questi ultimi sono ottimi regali che tendono anche a far socializzare il proprio figlio perché, se è vero che i primi a essere coinvolti sono i padri, col tempo verrà coinvolto l’amico o il vicino di casa.

A questi regali si possono sempre abbinare capi di abbigliamento adatti come magliette, calzoncini, scarpe e borse, ideali anche per il bimbo che pratica già uno sport. Per le bambine il discorso cambia, ma non di molto. Apprezzeranno sicuramente la Barbie con tutti i suoi accessori compresa la casa, oppure collane, bracciali e altri oggetti che le facciano sembrare delle principesse. Vanno bene anche oggetti d’arredamento per le loro camerette.

Ultima idea regalo: un animale domestico, molto apprezzato sia dai maschi che dalle femmine. Ma ricordate anche che un cucciolo non deve essere considerato alla stessa stregua del giocattolo; richiede senso di responsabilità e deve essere accudito nel miglior modo possibile. Ѐ bene regalarlo al bambino che ha già compiuto una certa età e che quindi possa occuparsene direttamente, perché avere un cucciolo aiuta a crescere e maturare.

Fonte: lbristow