Ogni occasione richiede una cravatta ma, a determinare i look, è la scelta del nodo. Spesso trascurato poiché reputato un dettaglio di poco conto, è il nodo a identificare il vero gentlemen che può scegliere se fare quello più elegante o più originale. Nel corso degli anni il numero dei nodi tra i quali scegliere ha superato le cento tipologie. Dalla semplice giornata in ufficio fino all’uscita più galante, si può optare per un look del tutto unico grazie a un piccolo accorgimento che però sa fare la differenza, da abbinare a qualsiasi tipo di cravatta, da quella in seta pregiata fino a quelle semplici in cotone, da quelle più sottili a quelle spesse, monocromatiche dai toni tenui o vivaci ma anche con fantasie di ogni tipo dalle righe ai pois. Ecco alcuni tipi di nodi, classici e decisamente eleganti, da provare a fare con la cravatta.

Nodo semplice

Adatto a qualsiasi occasione, soprattutto per le giornate in ufficio, non può mancare il nodo classico nonché il più semplice tra i centinaia di nodi inventati fino a oggi. Adatto a tutti i tipi di cravatta, per creare il nodo semplice – o four-in-hand – bastano quattro passaggi, ma prima di tutto va alzato il colletto della camicia chiudendola fino all’ultimo bottone. A questo punto basta posizionare la cravatta attorno al collo, tenendo la parte stretta più corta di quella larga e cominciare con i quattro step: passare la parte larga sopra quella più stretta per farla passare poi sotto, poi nuovamente sopra e,  infine, far passare sempre questa nella parte alta, inserendola nel nodo che si sarà formato dopo l’ultimo giro. A questo punto basterà tirare delicatamente il tutto aggiustando il nodo ove necessario e farlo salire tirando la parte stretta.

Nodo doppio

Simile al nodo semplice, per realizzare il nodo doppio basta fare un doppio giro della parte larga della cravatta. Basterà quindi tenere la stessa lunghezza della cravatta (che non dovrà essere troppo spessa), con la parte stretta più corta rispetto a quella larga. Prendendo quest’ultima basterà fare due giri attorno alla gambetta per poi farla passare nella parte alta inserendola dentro uno (l’ultimo) o tutti e due i nodi che si saranno formati. In fine basterà semplicemente aggiustare il nodo a piacimento portandolo fino al primo bottone della camicia.

Nodo Windsor

Grazie alla sua grande eleganza, il nodo Windsor risulta adatto particolarmente per le occasioni più importanti grazie al suo volume più importante rispetto ai nodi precedenti. Crearlo risulta abbastanza difficile poiché dovrà essere impeccabile: basterà posizionare sempre la cravatta scelta attorno al collo con colletto della camicia alzato e procedere con i diversi step. Per prima cosa bisogna far passare la parte larga sopra quella più stretta e poi nuovamente sotto quest’ultima facendo risalire la parte gamba dalla parte alta formando un anello. A questo punto, tenendo fermo quest’ultimo passaggio,  bisogna passare la gamba larga nuovamente sotto la gambetta e poi sopra eseguendo nuovamente l’anello portandola all’interno, dietro la gambetta. Infine, con la gamba posta al contrario, basterà passarla davanti alla gambetta e poi ancora indietro inserendola nella parte alta e facendola entrare nell’anello che si sarà creato con quest’ultimo step aggiustando e stringendo a piacimento.

Mezzo Windsor

Sempre di grande eleganza come il classico Nodo Windsor, il mezzo nodo risulta essere di maggiore facilità da realizzare. Se per il primo citato vanno realizzati due anelli – sui rispettivi lati – per poi realizzare il nodo di chiusura, per il mezzo Windsor basterà realizzarne solo uno. Dopo aver posizionato la cravatta attorno al collo basterà prendere la parte larga portandola sopra la gambetta e poi nuovamente sotto per farla uscire poi dalla parte alta realizzando un anello. Una volta realizzato basterà tenere fermo quest’ultimo e chiudere la propria cravatta facendo passare la parte larga sotto la gambetta e poi avvolgerla sopra e ancora sotto per poi passare la gamba nella parte alta e inserendola infine nell’anello che si sarà creato stringendo e aggiustando il tutto.

Foto: portrait the beautiful businessman in black costume tie one’s necktie – Shutterstock