Quando si è in procinto di partire, anche se solo per due giorni, si sa, la salute dei bambini viene sempre prima di ogni cosa e si finisce per riempire la valigia di farmaci che potrebbero tornare utili in qualsiasi circostanza. Per non farsi cogliere impreparati, inoltre, una buona idea è anche quella di preparare un vero e proprio kit di omeopatia pediatrica da portare sempre con se.

Tutelare la salute dei bambini è fondamentale anche quando si è fuori casa, sperando sempre che i vari farmaci che si portano in valigia rimagano inutilizzati. I rimedi che arrivano dall’omeopatia possono rivelarsi utili in molte occasioni, spesso inoltte occupano poco spazio e non hanno particolari esigenze di conservazione. Ecco di seguito una breve lista dei problemi che possono compromettere la serenità dei piccoli e i farmaci omeopatici da portare con se.

>> Scopri come proteggere la salute dei bambini

Scottarure: dipende dal grado di ustione, ad esempio, se è superficiale, basta applicare più volte al giorno una pomata a base di calendula. In caso di edema e bruciori forti invece è consigliabile somministrare 3 granuli di apis mellifica 15CH ogni trenta minuti diminuendo la somministrazione mano mano che il sintomo migliora.

Traumi e contusioni: l’arnica montana in granuli calma i dolori e velocizza il riassorbimento degli ematomi e può essere somministrata più volte al giorno. Anche un comune gel a base di arnica da applicare massaggiando (non sulle ferite) può tornare utile in casi simili, anche per evitare gonfiori.

Punture di insetti: nel caso di punture che provocano prurito e gonfiore va somministrata l’apis mellifica 15CH, tuttavia esiste anche un prodotto spray, il Ledum Complex, che è in grado di dare sollievo immediato.

Vomito e diarrea: per senso di vomito, sonnolenza e nausea è consigliabile somministrare il nux vomica. Per la diarrea invece un ottimo rimedio è l’Agrimonia (da somministrare attraverso un infuso).

Mal d’auto: in questo caso può essere usato il Cocculus in granuli, senza dimenticare alcuni rimedi tradizionali che diminuiscono il senso di nausea, come le semplici caramelle alla menta oppure un ciuffo di prezzemolo o basilico da tenere a portata di “naso”.

Febbre: quando la febbre è alta, si può optare per la Belladonna 5 CH, mentre per calmare anche eventuali sintomi da raffreddamento si può optare per il Ferrum phosphoricum 9 CH. L’Apis 30 CH, invece, è utile se la febbre è provocata da un’infiammazione delle tonsille.