Oscar Pistorius piange in tribunale durante il processo per l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. Pistorius ha ricostruito la vicenda dal suo punto di vista, spiegando che si sarebbe trattato di un incidente, tuttavia l’accusa sostiene la precisa volontà di uccidere dell’atleta: la legge stabilirà a questo punto quale delle due versioni corrisponda a verità.

=> Leggi di Oscar Pistorius e dell’uccisione della fidanzata

Galleria di immagini: Oscar Pistorius e la fidanzata

La versione di Oscar Pistorius racconta di lui a letto, senza le protesi necessarie per muoversi, mentre udiva un agghiacciante rumore provenire da bagno: si sarebbe quindi messo le protesi e avrebbe sparato cinque colpi in bagno non sapendo che all’interno ci fosse la sua fidanzata. Secondo l’atleta, si tratterebbe di un equivoco: la fidanzata è stata scambiata per un ladro.

Sicuramente nei prossimi giorni saranno esaminati i tempi di esecuzione dell’incidente o dell’omicidio volontario, secondo ciò che la legge stabilirà: Pistorius ha anche affermato di aver sollevato di peso la fidanzata per portarla al riparo, probabilmente per cercare soccorso, ma lei sarebbe morta tra le sue braccia.

=> Scopri le accuse a Oscar Pistorius

Intanto, il 18 febbraio ci sono stati i funerali di Reeva a Port Elizabeth, in Sud Africa. Niente pianti stavolta, ma pare che i 90 astanti abbiano potuto solo sorridere, nel ricordo di quanto Reeva fosse una persona eccezionale.

Fonte: Hollywoodlife.