Il profumo è l’aroma che contraddistingue e caratterizza ogni persona, a ogni fragranza corrisponde il carattere di chi la indossa. Quando si fa la prova con il tester e si sceglie quello più adatto ai propri gusti, lo si fa per una sorta di istinto psicologico: questo è il mio odore – si pensa di fronte alla boccetta giusta.

Poste tali considerazioni, sarebbe interessante capire quali siano state le strategie di marketing o l’idea artistica alla base delle scelte effettuate da alcune case produttrici di profumi: perché d’ora in poi non solo sarà possibile trovare le classiche fragranze fruttate, aspre o delicate, ma anche odori che richiamano oggetti, realtà e situazioni vissute.

Chi resiste all’odore di un Macbook? Di sicuro il computer della {#Apple} ha il suo indiscusso appeal: ma ora il suo odore è dentro l’ampolla di Air Aroma. Chi ama l’odore dei soldi può acquistare il profumo Money, realizzato – a detta dei produttori – con veri dollari triturati.

Per i più romantici e i più nostalgici, c’è il profumo che richiama gli odori delle librerie e dei romanzi inglesi e russi dell’Ottocento; ma è stato prodotto anche Paper Passion, cioè la fragranza che ricorda il profumo del libro appena stampato. Per chi ama il cibo, può acquistare il profumo alla fragranza di bacon o di formaggio.

Ma ci sono profumi che, talvolta, sconfinano nel cattivo gusto: Etat Libre d’Orange ha realizzato la sua fragranza ispirandosi all’odore di un elettricista sudato; Comme des Garcons ha prodotto Garage, il cui odore rievoca quello di pneumatici e automobili.

Probabilmente, il nome che più colpisce è quello del profumo Funeral Home. Prodotto da Demeter, è stato realizzato con le fragranze di gligli, crisantemi, gladioli e garofani: annusandolo, i responsabili della casa produttrice hanno associato l’odore a quello dei fiori di un funerale.

Infine, per i più folli c’è Dzing!, profumo che evoca l’atmosfera del circo: con una piccola spruzzata, sarà possibile sentire odore di caramelle, pop corn, pista, animali e cuoio.

Fonte: Our Vanity