Rimanere incinta può non essere facile e immediato a causa di fattori che, spesso, riguardano l’irregolarità del ciclo mestruale, che ostacola di gran lunga il calcolo dell’ovulazione. Secondo gli esperti, altri elementi che impediscono o ritardano la maternità sono relativi allo stile di vita, che influisce sulla fertilità.

Tra i diversi fattori da considerare ci sono: lo stress, il consumo eccessivo di alcol, il caffè e il fumo. Per rimanere incinta più facilmente, magari entro un mese, sarebbe opportuno avere rapporti almeno tre volte a settimana. Si possono usare, tra gli altri espedienti, kit ovulatori appositi che forniscono la possibilità di calcolare la fase dell’ovulazione, segnalandone i picchi. Sono abbastanza semplici da usare e sono precisi.

Per chi cerca mezzi più economici per rimanere incinta, infatti, è sufficiente tenere un calendario del ciclo e, tramite l’uso di questi kit, sarà più facile avere rapporti nei giorni mirati. Com’è noto dopo l’ovulazione la possibilità di concepire riguarda le ventiquattro ore successive. Gli spermatozoi, invece, vivono al massimo per tre o quattro giorni. Questi sono i motivi per cui avere rapporti un paio di giorni prima dell’ovulazione è fondamentale: in questo modo si aumentano le probabilità di rimanere incinta.

Pertanto, se si vuole una gravidanza il prima possibile, bisogna evitare avere rapporti sessuali solo il quattordicesimo giorno del ciclo, supponendo un ciclo regolare di 28 giorni.

Ovviamente prima di iniziare i tentativi di concepimento è opportuno consultare il proprio medico, che piloterà verso gli opportuni esami da eseguire in anticipo e che consistono, tra l’altro, nel monitorare la presenza di eventuali malattie sessualmente trasmissibili e il pap test.

Certamente il ginecologo indicherà anche le vitamine e altri prodotti prenatali tipici da assumere prima del concepimento. Quando si tenta di rimanere incinta, inoltre, tra le regole d’oro c’è anche quella di dire basta al fumo, all’alcool, alle droghe anche leggere.

Gli studiosi del settore ritengono che, dopo il rapporto sessuale, la donna dovrebbe cercare di rilassarsi per permettere al seme di compiere il proprio percorso, e non deve avere fretta. Mediamente, per rimanere incinta potrebbe essere necessario anche un anno di tempo, ma non esiste una regola per tutti.

Se dopo un anno non si è riusciti nell’intento di rimanere incinta allora è opportuno consultare il proprio medico, per fare ulteriori controlli ed eventualmente usare strategie migliori più o meno invasive (come le tecniche offerte dalla fecondazione assistita).

Fonte: Justmommies