Rimanere incinta in poco tempo senza lunghe attese non capita a tutte le donne che cercano una gravidanza, e spesso ci si trova davanti a una scelta difficile: che metodi usare per potenziare la fertilità?

Per rimanere incinta quando ci sono problemi di fertilità, infatti, esistono varie possibilità che spaziando dalla medicina tradizionale ai metodi alternativi, meno usati ma non per questo meno efficaci. La medicina cinese, ad esempio, sembra essere molto utile per aiutare le donne che vogliono un figlio.

Un nuovo studio condotto dall’Università di Adelaide, infatti, la medicina tradizionale cinese (MTC), e l’agopuntura in particolare, è molto efficace per consentire alle aspiranti mamme di concepire un bambino. Confrontando le terapie tradizionali con la medicina orientale, ad esempio, sembra proprio la seconda ad avere la meglio e una maggiore probabilità di successo.

La ricerca ha coinvolto circa 2000 donne tutte con varie difficoltà nel concepimento, e analizzando le singole situazioni è risultato che con le terapie della medicina cinese la probabilità di rimanere incinta aumenta del 3,5 per cento. Un secondo studio effettuato su 616 donne, invece, ha dimostrato come la percentuale di successo delle terapie finalizzate alla fertilità sia pari al 50 per cento.

Secondo Karin Ried, a capo dello studio, le motivazioni di questa disparità possono essere dovute a una maggiore indagine pre concepimento che si concentra su tutti gli aspetti fisici e psicologici della donna, valutando in modo preciso anche l’andamento del ciclo mestruale.

«La nostra analisi suggerisce che la Medicina Tradizionale Cinese a base di erbe può essere più efficace nel trattamento della sterilità femminile, raggiungendo in media un tasso di successo del 60 per cento nell’arco di quattro mesi, rispetto al 30 per cento ottenuto con trattamento farmacologico standard».

Fonte: Università di Adelaide