Ridare vita, colore e stile al vostro bagno è possibile anche avendo a disposizione un budget low cost. Se dopo tanti anni il bagno della vostra casa risulta antico, rovinato e poco in linea con le tendenze del design moderno potrete apportare le dovute modifiche ai sanitari, alle piastrelle e al pavimento senza dover spendere troppi soldi e rendere inagibile la stanza per troppo tempo. Ecco alcuni consigli per trasformare il bagno e renderlo come nuovo senza sprecare neanche un centesimo.

Uno degli elementi che tendono a rovinarsi più facilmente con il passare del tempo è il muro della stanza. Spesso capita che le piastrelle inizino a rompersi o a cedere, creando delle fastidiose crepe sulle pareti. Un intervento molto semplice e a basso prezzo è costituito dalla resina. Esiste infatti un particolare materiale, completamente waterproof che, spendendo poco denaro, vi permetterà di avere un muro perfetto e impeccabile adatto ad ogni stile e arredamento per la modica cifra di 40 euro al metro quadro. Se, invece, le vostre piastrelle resistono ancora e volete dare un semplice tocco di colore alla parete, potete usare la classica carta adesiva da parati che, installata sul bordo superiore della muratura, donerà al vostro bagno un effetto rinnovato e quel tono di colore in più grazie a poche e semplici mosse.

Per quanto riguarda i sanitari, invece, il nostro consiglio è di controllare periodicamente le offerte proposte dalle grandi catene di arredamento. Spesso, infatti, i grandi magazzini dedicati alla casa offrono sconti e occasioni imperdibili per rinnovare i vari complementi dei bagni, passando dai bidet ai lavandini fino ai box doccia e ai porta asciugamani. Ricordate inoltre che basta poco per rendere completamente nuovo un ambiente. Tutto è possibile con i giusti accorgimenti, quindi pensate di cambiare il vostro set di asciugamani o il kit da bagno composto dal bicchiere per gli spazzolini e dal dispenser di sapone, ricordandovi di scegliere i modelli che più si addicono agli asciugamani e alle piastrelle della stanza.

Foto: GranitArchitects via photopin cc