Una storia, una tradizione, che sembra non avere ancora fine. Una produzione totalmente italiana, che tiene alto il nome dei prodotti di casa nostra in giro per il mondo. Dal 1935 i Prosciutti Lenti sono sinonimo di qualità: specializzata nella produzione di prosciutti cotti e arrosti di alta qualità, con una ricetta segreta e caratteristica per ogni sua specialità, dedita all’eccellenza e alla “purezza” dei prodotti, Lenti racchiude in sé tutti i migliori sapori della buona tavola, quella che spesso ci ricorda i gusti di un tempo che sembra sparito.

Leonardo.it ha avuto il piacere di poter conoscere l’azienda durante il suo viaggio al Salone del Gusto, in compagnia di BlaBlaCar. La Torino da mangiare non è solo gianduiotti, agnolotti, grissini, ma anche un prosciutto cotto unico nato all’ombra della Mole. Ed è proprio da qui che è nata l’idea di una campagna pubblicitaria molto particolare, che ha deciso di accompagnare curiosi e gourmet alla ricerca dei sapori della memoria gelosamente custoditi nelle strade del capoluogo piemontese. Un percorso fatto di incontri con i sapori e con i talenti che li hanno saputi creare. Un itinerario sensoriale che può regalare inattese sinestesie. Gli aromi riaccesi nella memoria si incrociano sul cammino con i colori e le immagini della città di Torino. Si parte dal Circolo dei Lettori di cui Lenti è partner, la cui collaudata collaborazione ha dato vita recentemente ad uno dei nuovi panini d’autore The Spirit of di Barney’s, il bar del circolo dove si incontrano cibo e cultura, ospitato dal 2006 nel seicentesco Palazzo Granieri della Roccia. E poi l’elegante Galleria Subalpina, cuore Liberty di Torino, il celebre ristorante Il Cambio, il Barney’s, il Bar del Circolo dei Lettori, Gelati Pepino 1884, Macelleria Testa, Delper e Birrificio Torino. Questi sono solo alcuni indirizzi di “Torino da mangiare” by Lenti-Italian Ways.