Succede a volte che pur seguendo alla lettera una dieta dimagrante non si riesca a dimagrire o comunque ad un certo punto il processo di perdita di peso si blocchi inspiegabilmente. Eppure delle possibili cause esistono, vediamo quali.

Durante una dieta dimagrante non può essere sottovalutato l’apporto dato dall’attività fisica ai fini della perdita di peso. Può essere dunque che non si faccia abbastanza movimento in proporzione all’introito calorico e al metabolismo. Basta abituarsi a fare le scale e a passeggiare almeno 30 minuti al giorno per favorire il dimagrimento.

=>LEGGI anche: dieta dimagrante, quanto resistiamo prima di interromperla?

Un’altra causa può essere la poca idratazione, per permettere il drenaggio dei liquidi in eccesso e quindi l’eliminazione del gonfiore dovuto ai ristagni, occorre bere almeno 1 litro e mezzo di acqua oligominerale al giorno e integrare con tisane e succhi.

Sembra superfluo dirlo ma una delle cause più comuni del mancato dimagrimento risiede nelle tentazioni e negli sgarri che seppur piccoli possono compromettere l’esito di una dieta. Un suggerimento potrebbe essere quello di tenere un diario alimentare per rendersi conto effettivamente di quante calorie extra si introducono a fine giornata tra una caramella e un cioccolatino.

Gli spuntini sono permessi solamente a metà mattina e a metà pomeriggio quindi occorre non superare queste dosi se non si vuole rischiare di compromettere i risultati. Ci sono inoltre dei particolari momenti della vita come la menopausa o periodi di forte stress in cui anche se si mangia di meno non si riesce a perdere peso perché l’organismo è sottoposto a squilibri metabolici.

=>LEGGI anche: dieta dimagrante, come resistere alle tentazioni

In alcuni casi occorre eseguire delle analisi per accertarsi che non si soffra di ipotiroidismo ovvero una patologia che rallenta il buon funzionamento della tiroide che incide direttamente sul metabolismo.

La motivazione è uno degli ingredienti fondamentali quando si intraprende una dieta. Se non si è realmente convinte e determinate è inutile sottoporsi a regimi alimentare restrittivi perché si cadrà più facilmente in tentazione e si cederà al primo ostacolo. Soprattutto perché per dimagrire in maniera sana occorre dare tempo all’organismo e non si può pretendere di affrettare i tempi.

=>LEGGI anche: dieta dimagrante, l’importanza di un sostegno

Infine se l’ago della bilancia si ferma e non si riesce più a perdere chili potrebbe darsi che si è raggiunto già il peso ideale per la propria costituzione ed è inutile continuare ponendosi traguardi impossibili come quello di assomigliare ad una fotomodella.

Fonte: melarossa.